Si interrompe la striscia positiva: il Vis Milionicum di Perrino perde contro lo Scanzano

Non è un inizio di gara facile per il Vis, che per motivi di ordine pubblico, data la concomitanza di due gare, si vede chiusa la porta in faccia per i suoi tifosi. La gara inizia male per lo Scanzano. Dopo sei minuti il Vis è già in vantaggio con Masellis, che sfrutta un’ingenuità d’impostazione della manovra degli ionici, il portiere è battuto con un diagonale basso e imprendibile.

Galvanizzati dal fulmineo vantaggio, il Vis sfiora il raddoppio con Cinnella che, dalla distanza, sfiora il palo. Due minuti dopo ecco il raddoppio dei padroni di casa, lo firma l’inarrestabile Masellis Biagio con una puntata dalla distanza. Gli ionici però accorciano subito le distanze , bravi a ribadire in rete una corta respinta di Perrone. C’è poco tempo per organizzare gli assalti alla ricerca del pari, l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. All’undicesimo del secondo tempo, il Vis esegue male una rimessa laterale favorendo l’inserimento dello Scanzano che trafigge in corsa l’incolpevole Dambrosio Clementelli Domenico, brutto colpo per i padroni di casa, ma la partita è palpitante, il forte vento favorisce capovolgimenti di fronte continui. Al quattordicesimo il Vis trova la giocata vincente, fulminante il tiro di Masellis da posizione defilata che batte il portiere ionico. Il gol del 3-2 sembra favorire il Vis, ma da questo momento è solo Scanzano, nel giro di dieci minuti il Vis perde la testa e gli ionici ne approfittano subito pareggiando l’incontro, per poi vincerlo per 3-6, con il Vis che esce sconfitto, dopo la striscia positiva di tre risultati utili.

Da segnalare le pesanti assenze del Vis, dovuta all’infermeria piena, il mister Perrino non ha potuto contare sul bomber Centonze, del capocannoniere della squadra Consoli Giuseppe, e dei cugini Clementelli Mirco e Clementelli Nunzio. Rammaricato ma molto fiducioso il presidente del Vis, Nunzio Clementelli, ha dichiarato, che nonostante le assenze i ragazzi hanno dimostrato di essere cresciuti tantissimo, il Direttore Sportivo Nicola Aspriello, è molto fiducioso: “Abbiamo già dimenticato tutto, stiamo già pensando alla trasferta di Pisticci”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *