Sicurezza stradale: presentato a Potenza progetto Young & Road

Implementare la percezione del rischio e ridurre gli incidenti stradali, sono alcune delle finalità di “Young & Road”, il progetto promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e dalla Regione Basilicata, che si terrà il 7 dicembre a Potenza in piazza Cagliari ed il 9 a Matera nell’area parcheggio di via Moro. L’iniziativa è stata illustrata questa mattina nella sede della Regione Basilicata, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il governatore lucano Marcello Pittella, i consiglieri regionali Michele Napoli (Fi) ed Achille Spada (Pd), il sindaco di Potenza Dario De Luca e l’assessore a Traffico e Viabilità del Comune di Matera, Valeriano Delicio.
“Vogliamo provare a consegnare ai giovani delle due città interessate al progetto – ha commentato il presidente Pittella – l’idea di come si possa preservare ed allungare la vita con la sicurezza stradale. Ma il nostro intento è anche quello di dare un messaggio di civiltà. Colgo l’occasione per ringraziare i consiglieri Michele Napoli, che si è fatto promotore di questa iniziativa recuperandola dalla Presidenza del consiglio dei Ministri, ed Achille Spada, che ha accolto la proposta, ma anche le amministrazioni comunali di Potenza e di Matera. Avere nelle piazze chi attraverso simulazioni provi a spiegare ai giovani il codice di comportamento sulla strada è sicuramente foriero di positività”.
“Il trasporto su strada – ha detto il consigliere Michele Napoli – è di gran lunga quello più pericoloso e con il bilancio maggiore in termini di perdita di vite umane. In Basilicata l’incidenza di mortalità e calata negli ultimi anni: si è passati dai 121 decessi del 2000 ai 38 del 2013, ed è un dato senz’altro positivo in questa logica, dal momento che si registra un miglioramento della performance sulla sicurezza. L’impegno della pubblica amministrazione – ha aggiunto – deve essere quello di migliorare la circolazione stradale, cercando di incrementare anche la dotazione finanziaria. Ma restano fondamentali le iniziative per promuovere comportamenti corretti quando si è in auto”.
Il consigliere regionale Achille Spada ha evidenziato però “che nel 2014 in Basilicata si è registrato un indice più elevato di incidenti stradali rispetto alla media italiana, e che le aree più sensibili sono quelle intorno a Potenza e Matera, ma anche a Pisticci e Policoro. Proprio per questo l’iniziativa che abbiamo messo in campo – ha proseguito -è di alto valore civile. La Regione Basilicata sta mettendo grande impegno nel miglioramento della dotazione infrastrutturale stradale. E con questo progetto va a promuovere anche direttive di sviluppo sociale”. Nel corso dell’incontro è emerso che nell’elenco delle cause di incidenti stradali non ci sono solo il superamento dei limiti di velocità o i casi di guida in stato di ebbrezza. “A volte – ha evidenziato Spada – si verificano incidenti per manovre sbagliate o anche per pneumatici non a norma”. Il sindaco di Potenza, Dario De Luca, ha spiegato che “l’importanza dell’iniziativa sta nel fatto che ci saranno simulazioni che faranno vedere a giovani e adulti cosa significhi avere un impatto o un ribaltamento. Tutto questo farà capire ad esempio che indossare le cinture non è un obbligo, ma un fatto di reale sicurezza. Tra le cause di incidenti, poi – ha detto ancora De Luca – c’è l’uso scorretto dei cellulari. Quasi tutti i sinistri che avvengono all’interno del centro abitato di Potenza derivano proprio da distrazioni provocate dai telefonini”. “Con le simulazioni – ha affermato Valeriano Delicio, assessore comunale di Matera – è più facile capire cosa possa avvenire in una situazione critica. Ecco l’importanza di questo progetto. In Italia siamo ancora in affanno dal punto di vista della sicurezza stradale. Nonostante ci sia più sicurezza dal punto di vista della tecnologia, si stanno affermando cattive abitudini come l’utilizzo del cellulare mentre si è alla guida, uno dei principali elementi di distrazione e quindi di incidenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *