Siglato protocollo d’intesa a Potenza per una maggiore diffusione delle pari opportunità

“Spesso le pari opportunità vengono considerate da un unico punto di vista mentre sarebbe opportuno affrontarle, promuoverle e diffonderle sotto ogni aspetto ed angolazione, considerandone tutti gli attori protagonisti, uomini, donne e bambini”.
Ieri pomeriggio a Potenza, presso la sede sociale dell’Asd Invicta, è stato presentato un protocollo di intesa che vede coinvolte le associazioni di promozione sociale Adamo uomini e padri separati, Sinergie Lucane, lo Sportello Diapason e l’associazione dilettantistica sportiva Invicta per una maggiore diffusione delle pari opportunità.
In particolare l’accordo prevedrà una maggiore attenzione agli uomini e ai padri separati, coordinando sul territorio provinciale quello che l’associazione Adamo già svolge nel territorio della provincia di Matera ed in quella di Bari. “Si tratta di un tema delicato che tutti noi abbiamo il dovere di affrontare – dichiarano ad unisono i presidenti delle associazioni coinvolte – un aspetto sensibile e poco considerato dalla nostra società. Il leit motive del protocollo che abbiamo firmato è che ognuno farà la sua parte per non lasciare nessuno indietro ma per accogliere e dare una mano a tutti”. Il fine è quello di promuovere ed incentivare la semplificazione delle problematiche connesse al tema delle separazioni, garantendo ai padri separati il pieno espletamento dei diritti riconosciuti favorendo le condizioni utili al miglior rapporto genitore-figlio. Le modalità dell’assistenza agli uomini e ai padri separati, prevista dal protocollo d’intesa, sarà garantita attraverso alcune figure professionali che incontreranno chi ne avrà la necessità attraverso una rete di diffusione che vedrà coinvolte tutte le associazioni. In particolare l’assistenza sarà garantita a cura delle associazioni Adamo e Sportello Diapason, si svolgerà all’interno della sede dell’Invicta, e Sinergie Lucane fungerà da cassa di risonanza attraverso i suoi estesi rapporti associativi e le iniziative ed eventi che proveranno a sensibilizzare su questi temi l’opinione pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *