Sindaco di Potenza: “Chiesa Trinità deve tornare luogo di culto”

Il sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, riapre il ”capitolo” legato alla chiesa della Santissima Trinità dove il 17 marzo dell’anno scorso fu trovato il cadavere di Elisa Claps, rimasto sempre nel sottotetto della canonica. La chiesa è sotto sequestro dal primo aprile del 2010 e dal giorno del ritrovamento del cadavere non ha più riaperto al culto perché la polizia scientifica ha effettuato numerosi sopralluoghi. Si è aperto così un dibattito, non solo cittadino, sul futuro della chiesa che molti vorrebbero sconsacrata e trasformata in un luogo della memoria. E’ di diverso avviso il sindaco di Potenza.

”Alle domande che spesso si avanzano sul futuro della Chiesa della Ss. Trinità – afferma – personalmente ritengo che sia utile e necessario che torni ad essere, nel momento in cui la magistratura avrà concluso ogni indagine ed avra’ dissequestrato l’immobile, luogo di culto e riferimento religioso per la intera comunità potentina”.

Santarsiero sottolinea, ad ogni modo, che ”la decisione ultima spetta alla Autorità Ecclesiale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *