Sistema unitario per migliorare il servizio portuale in Puglia

L’economia marittima in Puglia, fatta di 53 milioni di tonnellate di merci movimentate e 2,5 milioni di passeggeri, continua a fare passi in avanti grazie alle iniziative delle Autorità portuali pugliesi per lo sviluppo dei traffici nei prossimi tre anni. Anche sulla base di un documento comune, premessa ai Piani operativi triennali, condiviso dalla Regione Puglia, le Autorità di Bari, Brindisi e Taranto stanno dando vita ad un unico sistema che guarda alla qualità dei servizi portuali, a quelli sanitari, fino alle dogane. Intanto, si sta concretizzando anche una forma più stringente di collaborazione e integrazione fra i porti, trasformando il vecchio sistema di coordinamento.

La Regione Puglia, inoltre, per accelerare il cammino dei porti pugliesi verso il miglioramento della propria competitività, ha messo a disposizione una piattaforma per la digitalizzazione dei servizi portuali, al servizio di operatori portuali, doganali e delle compagnie di navigazione. “I porti pugliesi – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini – affrontano così due questioni cruciali: la ricerca di nuove opportunità di traffico grazie alla rappresentazione di un unico sistema portuale ed il miglioramento degli standard dei servizi”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *