SottoSopra, in Basilicata un progetto per contrastare il maltrattamento dei minori

Con l’iniziativa di presentazione online che si terrà martedì 28 settembre alle ore 10, muove i primi passi SottoSopra, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che si rivolge alla protezione e alla cura di bambini e adolescenti vittime di violenze e abusi, alla sensibilizzazione sul tema del maltrattamento dei minori e alla sua prevenzione.
Il progetto, di durata triennale e unico finanziato in Basilicata, è stato elaborato da un partenariato pubblico-privato che ha per capofila la cooperativa sociale Progetto Popolare e, insieme alle cooperative Ethos, Lilith e Vertigo, all’Istituto italiano di valutazione e all’associazione Defence for children Italia, comprende la Regione Basilicata, i comuni capoluogo Potenza e Matera, l’Ufficio scolastico regionale quali partner istituzionali. SottoSopra propone interventi specifici personalizzati per i minori a rischio o già vittime di maltrattamento e per le loro famiglie, oltre ad attività a carattere multidimensionale per contrastare la violenza sui più piccoli, attraverso la configurazione di una rete che dalle istituzioni, dai servizi già presenti e dal privato sociale si estende alla scuola, all’associazionismo e a tutta la società civile.
Uno degli obiettivi generali del progetto è la creazione di un Servizio specialistico di valutazione, supporto e programmazione composto da un’equipe (assistente sociale, psicoterapeuta e pedagogista) e da nove antenne, opportunamente formate, operanti in ciascuno degli ambiti socio territoriali della regione. L’antenna, in collaborazione con i servizi sociali e/o sanitari presenti, intercetta le situazioni a rischio e, dopo la valutazione dell’equipe, concorre alla realizzazione degli interventi programmati.
“Invertendo il punto di osservazione, da cui il nome del progetto, intendiamo promuovere modelli culturali e sociali innovativi che incidano sulla cura e sulla riduzione del danno, sulla prevenzione e sulla conoscenza delle diverse forme di maltrattamento – sottolinea Samantha Fusiello, responsabile del progetto SottoSopra – in modo da facilitare l’emersione del fenomeno e provare a ricomporre, insieme alle famiglie e alla comunità, le pesanti fratture che ogni tipo di violenza genera sempre sul minore”. Tra gli altri obiettivi c’è il potenziamento delle competenze genitoriali, oltre che quelle degli operatori sociali e sanitari, degli insegnanti, delle forza dell’ordine, dei legali e di tutta la comunità educante, che sarà sensibilizzata sul tema anche attraverso specifiche attività di comunicazione, nonché l’adozione di una policy di riferimento, ovvero di principi, procedure e linee guida per la tutela dei minori coinvolti.
Dopo i saluti degli assessori alle politiche sociali di Potenza e Matera, del garante dell’infanzia e dell’adolescenza Vincenzo Giuliano e l’introduzione del responsabile regionale dell’Alleanza delle cooperative sociali Giuseppe Salluce, presentano il progetto i vari partner. Intervengono all’iniziativa online Angelina Marsicovetere, del Dipartimento Politiche della persona Regione Basilicata, la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Claudia D’Atena, la presidente del Tribunale per i minorenni di Potenza Valeria Montaruli e i referenti di tutti gli ambiti socio territoriali lucani. Concludono i lavori Giovanni Lettieri, Anci Basilicata, e l’assessore regionale alla Salute e alle Politiche sociali Rocco Leone.

sottosopra-evento-apertura_programma

Martedì 28 settembre, alle ore 10, l’iniziativa di presentazione online del progetto SottoSopra, finanziato dall’impresa sociale Con i Bambini e rivolto alla sensibilizzazione e al contrasto del maltrattamento dei minori. Invio il comunicato stampa, la locandina con il programma completo e, di seguito, il collegamento per partecipare all’evento sulla piattaforma Zoom.
Grazie per la consueta attenzione.

Qui il link per partecipare all’evento sulla piattaforma Zoom

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *