Spesa dei consumi cresce più del reddito nel terzo trimestre

“Nel terzo trimestre 2020 il reddito disponibile delle famiglie italiane è aumentato del 6,3% rispetto al trimestre precedente, mentre la spesa per consumi è cresciuta del 12,1%. Questo dice l’Istat sottolineando che, di conseguenza, la propensione al risparmio è stata pari al 14,6%, in diminuzione di 4,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, ma in crescita di 6,5 punti rispetto al terzo trimestre del 2019″. E’ il commento di Federconsumatori Basilicata sui dati Istat circa i consumi ed i redditi delle famiglie.
La pandemia, dinanzi alla perdita improvvisa dei posti di lavoro, lockdown e chiusure varie, ha cambiato il modo di pensare alle proprie finanze e ai soldi in generale. Alcuni cambiamenti, come il passaggio al lavoro a distanza, l’aumento degli acquisti online e il ricorso al food delivery– stanno diventando abitudini radicate da considerare nei budget delle famiglie. – continua la nota – L’inizio del 2021 è un momento opportuno per ripensare il proprio bilancio e come dovrebbe evolvere man mano che la pandemia (si spera) cali con l’aumento della distribuzione dei vaccini. Quindi nella creazione di un nuovo budget, è bene contabilizzare tutte le spese essenziali. Per la maggior parte delle famiglie, questo include i pagamenti di affitto o mutui, assicurazioni, generi alimentari, utenze, trasporti, fondi di previdenza, rate di prestiti e spese per i figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *