Spiaggiato un balenottero a Torre Chianca

E’ stato ritrovata stamane, intorno alle ore 9, nei pressi del lido ‘La Cambusa’ di Torre Chianca, la carcassa di un balenottero. Il gestore del lido ha subito avvertito la guardia costiera di San Cataldo (LE) per comunicare ai militari il ritrovamento. Ulteriori novità dopo che il biologo marino, avvertito a sua volta dal centro studi del Museo di storia naturale di Calimera (LE), avrà effettuato le verifiche del caso sul cetaceo.

Non è la prima volta che il litorale adriatico della Puglia fa registrare episodi simili; la guardia costiera di San Cataldo, infatti, pur dell’idea che la presenza di mammiferi nelle acque del Salento sia un evento straordinario, ha riferito che negli ultimi giorni ci sono stati altri due spiaggiamenti, e che in entrambi i casi (di pochi giorni fa) sono state recuperate due carcasse di delfini, rispettivamente a San Cataldo e sulla spiaggia di Torre Veneri, dove si trova il poligono dell’Esercito Italiano. Il sospetto di spiaggiamenti sin troppo ‘facili’, quindi, è naturale.

Dalle ultime notizie in merito, il cetaceo è un grampo, o Delfino di Risso, lungo circa 2 metri e mezzo. La morte dell’animale potrebbe risalire a qualche giorno fa. Inoltre, sulla carcassa, trasportata sull’arenile dalle forti correntri di tramontana, sono stati individuati un paio di morsi, e dalla profondità delle ferite si presume che possano essere causati da squali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *