Spinoso, presentato il libro di Nicolò De Luise

“L’evento tenutosi a Spinoso con la presentazione del libro di Nicolò De Luise (16 anni) “Gli ultimi sei” Aletheia Editore 2020, ci ha lasciato viaggiare in un vero e proprio universo, un genere unico il fantasy ma in continua espansione dove la creatività, la fantasia hanno aperto una grande riflessione. Le sue parole, le sue emozioni ci hanno permesso di mettere a disposizione le conoscenze e le caratteristiche di ogni essere umano”.

Lo evidenzia il garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Basilicata, Vincenzo Giuliano che aggiunge: “Nicolò ha voluto lanciare con questo suo libro una denuncia sull’atteggiamento degli adulti nei riguardi dei bambini/ragazzi/giovani. L’educazione che non accompagna i giovani nel percorso della loro vita. Che spegne i loro sogni non costruendo speranza. Bene fa Nicholas, il protagonista del libro, a non abbattersi lottando contro ogni sopraffazione e contro tutte le guerre. La ricetta vincente è credere sempre più nella famiglia e nella comunità attraverso un potenziamento delle relazioni tra gli uomini a partire dalla prima età”.

“Attraversare le passioni non sottovalutando l’impegno e il rigore che ogni opera richiede sono la chiave di questo evento – ha commentato la psicologa Paola Di Persia, cultore di materia Psicologia della Personalità della Sapienza Roma. Il libro è un tempo scandito dalle note delle emozioni dove la libertà di un’età di snodo, di cambiamento, di rivoluzione arricchisce la fantasia, lasciando rivivere in ognuno di noi il ‘fanciullino’. Da quel ricordo bisogna inscrivere una nuova pagina della cultura che sovente è rimasta imbrigliata per troppo tempo nei nostri luoghi. Il capitale umano è una reale consapevolezza dell’essere umano che ogni individuo possiede ma deve riconoscere, il nostro impegno è la promozione di una più alta qualità dell’istruzione che permette attraverso le capacità naturali di riconoscere talenti. Il frutto di questi talenti non deve essere solo un semplice investimento individuale ma un nutrimento ed un investimento per l’intera collettività”.

“Una serata accompagnata e conclusasi con le note di giovani professionisti e passionali – chiude Giuliano – che hanno cullato la magia di questo evento in una location senza tempo, il borgo più bello della Vald’agri: Spinoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *