Sub segnalati alla Procura di Lecce per aver pescato ricci in un’area marina protetta

ricci di mareTre pescatori sono stati segnalati alla Procura della Repubblica per aver pescato ricci di mare nelle acque antistanti la Torre di Sant’Isidoro, in un’area marina protetta e, quindi, vietata. Due dei tre pescatori erano muniti di bombole per l’immersione, mentre il terzo era a bordo di un natante.

Le attrezzature e il pescato, oltre all’imbarcazione munita di un motore fuoribordo, sono stati sequestrati. I due pescatori, invece, sono state segnalati dalle Fiamme Gialle alla Procura di Lecce, e nei loro confronti è stata comminata una sanzione amministrativa di 4mila euro. Ad un altro sub è stato sequestrato il pescato (un consistente numero di ricci di mare, il che non rientra nel novero della pesca sportiva, dato che aveva superato il limite massimo di 50 ricci).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *