Successo del movimento ‘Fratelli d’Italia’ a Matera

Una giornata emozionante quella di ieri a Matera. La sala del cinema comunale gremita di militanti e simpatizzanti di Fratelli d’Italia. Persone provenienti sia dalla provincia di Matera, sia da Potenza segno che questo nuovo partito unisce i territori.

Ieri abbiamo avuto la dimostrazione che abbiamo fatto la scelta giusta nell’aver aderito ad un nuovo movimento politico. Nelle parole di chi ci sostiene leggiamo la voglia di riscatto e di cambiamento che né il centrosinistra con le facce lavate nella lavatrice delle primarie di Folino e De Filippo, né il centrodestra di Viceconte, Taddei e Latronico possono assicurare. Un centrodestra monocratico, senza democrazia interna, senza un programma politico preciso, che da anni cavalca la card carburante, il memorandum sul petrolio ma che non ha idea di cosa debba essere la Basilicata del futuro, di quali scelte strategiche necessiti la nostra terra.

Il messaggio lanciato ieri a Matera è chiaro: siamo avversari di De Filippo e compagni, ma siamo anche contro l’inciucio Pd-Viceconte che da anni si ripete in Basilicata. Siamo contro il consociativismo che in Basilicata la fa da padrone e che più volte abbiamo criticato e condannato senza preoccuparci di restare isolati o di apparire come uniche voci fuori dal coro. Ora noi voltiamo pagina. Non sono più solo “i falchi” Rosa e Venezia a fare opposizione seria al centrosinistra. C’è un movimento intero che dice basta al “sistema Basilicata”. Un movimento fatto di giovani, persone d’esperienza, professionisti, padri e madri di famiglia, simpatizzanti e militanti che vogliono contribuire alla costruzione di un nuovo centrodestra anche in Basilicata. E a Matera, nel giorno della presentazione delle liste abbiamo toccato con mano questa voglia di libertà e futuro. E’ emerso un secco no al mal governo delle sinistre, così come all’ignavia del Pdl lucano che ha rinunciato a fare politica da anni.

Le liste di Fratelli d’Italia sono nate dopo veloci e proficui contatti tra chi ha creduto subito in un nuovo progetto; non ci sono prime donne o primi della classe. Ne è dimostrazione il mio settimo posto e la rinuncia di Venezia per far posto e dare visibilità a persone nuove che hanno voglia di metterci faccia e cuore in questo progetto. Liste che vanno oltre i soli candidati, racchiudono al loro interno giovani forze ed esperienza politica, mondo dell’università e rappresentanti degli enti locali, mondo imprenditoriale e mondo delle professioni. Uno spaccato di una Basilicata che va oltre il 24 e 25 febbraio, espressione genuina di un movimento politico, nuovo, che vuole costruire una centrodestra credibile, concreto e appassionato con un’unica ambizione: una Basilicata diversa e migliore.

Gianni Rosa – Fratelli d’Italia

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *