Coopbox, Cgil Cisl Uil proclamano lo stato di agitazione dopo l’annuncio della chiusura dello stabilimento di Ferrandina

“E’ del tutto evidente che l’operazione di chiusura risponde ad un chiaro fine speculativo, ovvero l’acquisizione di fette di mercato, dimostrato dal fatto che il gruppo acquirente, dopo appena tre mesi dall’acquisto, decide di chiudere lo stabilimento collocato nel meridione d’Italia”.

Leggi tutto