Tar Lazio, sulla riforma delle Camere di commercio necessaria la pronuncia della Corte costituzionale

Il Tar del Lazio ha stabilito che sulla riforma delle Camera di Commercio è necessaria la pronuncia della Corte costituzionale. A darne notizia è il parlamentare brindisino di Forza Italia, Mauro D’Attis: “I giudici amministrativi hanno stabilito, con apposita ordinanza, che dovrà essere la Corte costituzionale a stabilire se legge e decreto sono conformi al dettato costituzionale. Su una riforma così importante, insomma, non poteva bastare un semplice parere della conferenza Stato-Regioni, ma sarebbe stata necessaria una sostanziale condivisione. Tutto questo, di fatto, blocca il processo di accorpamento e quindi vengono confermate le ragioni esposte nei ricorsi presentati dalle Camere di Commercio di Brindisi, Pavia, Rieti, Terni, Massa e Crotone”, ha detto D’Attis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *