Taranto, agenti del 113 salvano uomo che aveva annunciato il suicidio su Whatsapp

Ha inviato su WhatsApp un messaggio alla moglie, salutando lei e i bambini e comunicandole l’intenzione di volersi togliere la vita. La donna ha subito allertato il 113 e gli agenti sono riusciti ad individuare l’auto dell’uomo, di 30 anni, parcheggiata sul lungomare. Nel frattempo era giunta un’ulteriore segnalazione di alcune persone che, passando a bordo di una barca, avevano notato una persona nei pressi del Monumento al Marinaio, a Taranto, seduta oltre la ringhiera, sembrava volersi lanciare nel vuoto.
Gli agenti hanno individuato l’uomo e, sorprendendolo alle spalle, lo hanno cinturato trattenendolo attraverso la recinzione, in attesa dell’arrivo dei colleghi. I poliziotti hanno poi scavalcato la ringhiera e sono riusciti a sollevare il 30enne e a portarlo in sicurezza. In preda ad una crisi nervosa, l’uomo è stato poi assistito dai sanitari del 118 e accompagnato in ospedale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *