Taranto, arrestato stalker

Aveva schiaffeggiato la ex fidanzata per strada, per poi riversare la sua furia anche nei confronti dell’ex suocera. I Carabinieri di Taranto hanno posto fine alle violenze, arrestando per stalking un 30enne tarantino, che da mesi perseguitava la sua ex, perché non si era arreso alla decisione di lei. Per mesi le ha inviato messaggi minatori, la telefonava da cabine telefoniche e la seguiva nei luoghi da lei frequentati. In un paio di occasioni, dopo averla fermata per strada pretendendo che accettasse di riprendere la relazione sentimentale, l’ha anche schiaffeggiata, provocandole escoriazioni ed ematomi sul volto.
La vittima, preoccupata che la situazione potesse degenerare, ha sempre evitato di denunciare gli eventi, finché il suo ex si è reso responsabile di delitti che hanno coinvolto anche i suoi familiari. Inizialmente, ritenendola causa dell’interruzione del fidanzamento, il 30enne si limitava a importunare la mamma della vittima, intercettandola nei pressi del loro appartamento ed insultandola; poi l’attività persecutoria si è fatta più pesante, e per ben tre volte l’uomo ha danneggiato le autovetture della famiglia della ragazza, con calci e graffi sulla carrozzeria.
L’epilogo si è avuto alcune sere fa: dopo aver atteso le donne nei pressi della loro abitazione, l’uomo ha gettato un secchio di vernice contro l’autovettura di proprietà della mamma della ragazza, danneggiandola vistosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *