Taranto Isolaverde: Presidio di 20 lavoratori all’ingresso del Palazzo della Provincia

Fanno registrare timidi effetti i primi tre giorni di presidio all’ingresso della Provincia, in via Anfiteatro, dei 20 lavoratori “paretari” a tempo determinato, già impiegati ininterrottamente per circa 15 anni per lo stesso Ente fino al 2012, mediamente con oltre 151 giornate/anno, attraverso Taranto Isolaverde Spa.

Sostenuti Fai Cisl e Flai Cgil, a questi lavoratori altamente qualificati e specializzati ma disoccupati dallo scorso gennaio, risulta oltremodo strano che siano stati espletati in questi mesi lavori di sistemazione di muretti a secco con altre imprese, senza che fossero impegnati anche loro in quanto facenti parte dalla cosiddetta platea storica.

“Siamo stati ricevuti venerdì scorso dal Commissario prefettizio, il Dott. Mario Tafaro che ringraziamo per la sensibilità dimostrata, al quale abbiamo rappresentato le ragioni di questi lavoratori, monoreddito e con età media di oltre 50 anni” hanno dichiarato i Segretari generali Antonio Castellucci (Fai Cisl) e Cosimo Stasi (Flai Cgil) “tuttavia egli ci ha riferito che al momento non risulta possibile alcun intervento di ordine finanziario a carico dell’Ente Provincia, per i vincoli del Patto di stabilità e non solo.”

Nel corso dell’incontro, allora “è stato ipotizzato” hanno riferito i sindacalisti “di far intervenire la Regione Puglia i cui margini operativi e finanziari sui possibili versanti della formazione e dei progetti mirati di recupero dei vecchi mestieri, con risorse a supporto che potrebbero quantificarsi in circa 200 mila euro, si rivelerebbero decisivi almeno in questa fase in cui i 20 lavoratori e le rispettive famiglie non possono, di fatto, beneficiare dei normali ammortizzatori sociali  – come c.i.g. e mobilità – giacché inquadrati con il C.c.n.l. dei lavoratori agricoli.”

Il Commissario prefettizio, hanno proseguito “ha contattato telefonicamente l’Assessore regionale al lavoro, Leo Caroli il quale ha chiesto qualche giorno di tempo per dare risposte che, ovviamente, noi auspichiamo positive.”

La mobilitazione continua.

Da lunedì 15 luglio, dalle ore 8.30, infatti, il presidio dei 20 lavoratori all’ingresso della Provincia, in via Anfiteatro, riprenderà fino a conclusione positiva della vertenza.

FAI CISL  – FLAI CGIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *