Taranto, rinvenuto corpo di un uomo in uno scantinato in zona Tamburi

E’ stato ucciso con alcuni colpi di pistola alla testa, dopo essere stato ferito con un coltello e un martello. La vittima è Graziano Rotondo, 39enne di Palagianello; il suo corpo martoriato è stato rinvenuto ieri sera in uno scantinato delle case-parcheggio del rione Tamburi di Taranto. Rotondo aveva precedenti per spaccio di droga.
Per l’omicidio sono state sottoposte a fermo due persone: Vincenzo Balzo, 40 anni, ritenuto un personaggio di primo piano della criminalità tarantina, e suo cognato Carmelo Nigro, 32 anni, che presentava lesioni alla testa per le quali ha fornito giustificazioni che sono state smentite dagli accertamenti dei poliziotti, dato che le ferite sarebbero sarebbero riconducibili a una colluttazione con la vittima.
I due presunti killer abitano nello stabile in cui è avvenuto il delitto; l’appartamento di Balzo è sopra il locale in cui è stato trovato il cadavere; nel locale è stato rinvenuto sangue ovunque e nello stesso scantinato gli agenti della Squadra Mobile hanno rinvenuto, occultati all’interno di casseforti installate in apposite nicchie ricavate nella roccia, 2 panetti da 500 grammi di eroina, 300 grammi di cocaina suddivisi in dosi e sette pistole semiautomatiche. Il movente dell’omicidio sarebbe da ricollegare proprio al ritrovamento della droga.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *