Task force, accordo sottoscritto al tavolo Sangalli

Si è riunita questa mattina, presso il Consiglio regionale e alla presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il tavolo di crisi della Task force regionale per l’occupazione per il gruppo  Sangalli Vetro di Manfredonia.
Al termine della riunione, è stato sottoscritto un verbale di accordo che prende atto “dell’esistenza di una manifestazione d’interesse alla acquisizione degli stabilimenti ed alla reindustrializzazione dei siti produttivi di Manfredonia, corredata da progetti industriali e piani di riassunzione degli ex dipendenti del Gruppo” e stabilisce un’ulteriore concessione di cassa integrazione in deroga per i lavoratori della Sangalli. La Regione Puglia infatti dispone, nell’ambito della quota di riserva del 5% della quota assegnata alla regione per gli ammortizzatori sociali in deroga, di risorse residue destinabili, sino al limite massimo di euro 220.000, alla erogazione della cassa integrazione in deroga dei dipendenti della Sangalli. Entro i primi dieci giorni di settembre poi, la task force sarà riconvocata per valutare il piano industriale e sostenere il percorso di reindustrializzazione con ulteriori integrazioni al reddito e ricorso alla formazione e riqualificazione professionale
“Siamo di fronte ad una vertenza complessa – ha detto il Presidente Emiliano – ma io resto ottimista, la salvezza di questa fabbrica sarebbe una grande soddisfazione per me. E’ chiaro che un atteggiamento proattivo della curatela può costituire una opportunità in più. Siamo consapevoli che se le offerte in corso non fossero soddisfacenti, dovremo ricominciare”.
Per Emiliano “la fabbrica è molto importante perchè ha un buon sindaco, dei buoni operai, un buon sindacato e anche una Regione che ci tiene tantissimo. L’acquirente – ha continuato il Presidente – deve sapere che ogni rafforzamento, ogni investimento sull’innovazione, ogni cosa che dovesse essere necessaria, la Regione cercherà di farla. C’è una grande unità d’intenti, tipicamente pugliese. Ribadisco la nostra determinazione nel vincere questa vertenza e soprattutto ribadisco che questa è una delle cose a cui noi teniamo in particolar modo, e ci teniamo non a parole ma con i fatti”.
Il responsabile della Task force regionale per l’occupazione Leo Caroli ha sottolineato “una grande vittoria della Regione Puglia”, il meccanismo cioè con il quale la Regione ha possibilità di offrire risorse, a questa vertenza, per un altro mese di cassa in deroga.
“Il decreto interministeriale, sollecitato dalla Regione Puglia e dal Presidente Emiliano e condiviso da tutti i presidenti della Conferenza Stato Regioni – ha detto Caroli – è un successo della Regione per elevare la quota di riserva dal 5 al 30% in modo da avere sestuplicate le risorse a diposizione per avere le deroghe alle deroghe. Il decreto è già pronto e la battaglia è vinta,  sarà esigibile ad ottobre e potrà dare risposte alle domande di continuità economica che sono giunte dai sindacati. Poi dobbiamo mettere mano alla formazione continua”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *