Taxi Sociale, il comune di Latronico si muove in aiuto dei malati e degli anziani

Il Comune di Latronico continua nell’attività di assistenza e aiuto verso le fasce più deboli della popolazione. Domenica 1 maggio si è infatti tenuta la presentazione del servizio di “Taxi Sociale” che l’Amministrazione ha fortemente voluto realizzare e che a breve avrà il suo effettivo avvio. Il Taxi Sociale permetterà a tutti quei cittadini che ne avranno bisogno di usufruire di un servizio di accompagnamento dedicato e flessibile, effettuando viaggi individuali o collettivi per recarsi presso strutture sanitarie o di utilità sociale.
Il cittadino potrà effettuare la prenotazione del viaggio recandosi in Comune o via web, avendo cura di allegare l’ISEE per la determinazione della compartecipazione economica al servizio. Ovviamente saranno esclusi da tale compartecipazione le persone in difficoltà economica tale da non permettere l’esborso di alcuna somma e che quindi viaggeranno gratuitamente. Il servizio verrà svolto con un Fiat Doblò attrezzato per caricare anche carrozzine per disabili e grazie alla collaborazione della Protezione Civile ANPAS che si occuperà di garantire il servizio autista.
“Questo servizio ci rende ancora più vicini al mondo dei Comuni Virtuosi – ha detto l’Assessore Vincenzo Castellano – e ci consente di offrire ai cittadini un servizio innovativo e realmente utile. Siamo il primo Comune in Basilicata ad aver istituito e regolamentato tale servizio e ne siamo fieri.” Gli fa eco il Sindaco Fausto De Maria: “Un altro progetto portato a termine ma soprattutto la grande soddisfazione di aver istituito un servizio importante per la comunità. La dimostrazione di ciò è la grande mole di richieste di informazioni ricevute in questi giorni”.
Il Comune di Latronico, dopo le molte progettualità in cui è stato pioniere in Basilicata, continua a fare da apripista e a diffondere il “verbo” delle politiche dell’Associazione Nazionale Comuni Virtuosi.
Maggiori informazioni al link http://www.latronico.eu/taxi-sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *