Ticchio (Federazione Lucana in Svizzera) chiede sostegno per il “turismo di ritorno”

“Come giustamente ha ricordato il Presidente della Crlm, Carmine Cicala, nella celebrazione della giornata dei Lucani nel mondo, che ricorre il 22 maggio di ogni anno, in questo momento difficile e particolare dovuto al Covid-19 è necessario cogliere l’opportunità per il presente e strizzare l’occhio al futuro nell’individuare nuovi percorsi di vita e di miglioramenti a favore della regione Basilicata e di tutti i Lucani dentro e fuori i confini”. A sottolinearlo il presidente della Federazione Lucana in Svizzera, Giuseppe Ticchio, che suggerisce di rifinanziare la delibera di Giunta regionale, la n. 312 del 19 marzo 2013, con incentivazioni a favore del turismo sociale riservato a gruppi di Lucani provenienti dai paesi europei ed extraeuropei, oggi più comunemente chiamato turismo di ritorno e delle origini. Credo che questa nostra richiesta e sollecitazione possa essere inserito nel Decreto Rilancio approvato dal Governo che, in questi giorni, vede impegnata la Giunta regionale con l’assessore Cupparo ad adottare, a livello regionale, il contenuto di questo Decreto governativo”.

“Per passare dalle parole ai fatti – conclude Ticchio – chiediamo al Presidente Cicala che si faccia promotore presso la Giunta regionale affinché questo rifinanziamento avvenga il piu` presto possibile. L’obbiettivo non è solo quello di far ritornare noi lucani nel mondo nella regione di origine ma anche quello di invogliare le comunità dove noi residiamo a venire a trascorrere le ferie in Basilicata. Il nostro intento è quello di onorare in pieno il ruolo d’Ambasciatori. Questa dedizione e impegno per la nostra regione possa essere di sostegno non solo all’industria del turismo, ma a tutto cio’ che é l’indotto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *