Ticket sanitari, la Cisl denuncia disagi per le domande di esenzione

Ancora disagi per i cittadini che in questi giorni stanno consegnano agli sportelli dell’azienda sanitaria locale l’autocerficazione per ottenere l’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari. Parliamo nella maggioranza dei casi di persone anziane, spesso costrette a fare lunghe file agli sportelli e, in alcuni, a recarsi più volte nello stesso ufficio per dimenticanze o disguidi burocratici. La denuncia arriva dal segretario generale della Cisl Basilicata, Nino Falotico, che in questi giorni sta raccogliendo diverse segnalazioni, in particolare dalle sedi periferiche del sindacato. “Al momento spiega Falotico stiamo monitorando la situazione e stanno emergendo criticità diffuse. Desta preoccupazione in particolare la situazione in Val d’Agri, dove registriamo numerosi casi di anziani che, dopo ore di file, sono stati costretti a tornare l’indomani per consegnare l’autocertificazione, ma siamo a conoscenze di disagi anche in altre sedi Asp”. Per il segretario della Cisl “non è concepibile che ogni anno si ripete sempre lo stesso copione e non si risolvono disfunzioni arcinote”. Il leader della Cisl lucana rivendica perciò la convocazione di un tavolo di confronto urgente con la giunta regionale “per affrontare la questione e individuare al massimo livello politico una soluzione in grado di ridurre i disagi ai cittadini attraverso procedure più snelle, anche facendo riferimento alla rete dei patronati e dei centri di assistenza fiscale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *