Truffa ai danni dell’Inps. Arresti domiciliari per 7 persone a Taranto

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Taranto hanno posto agli arresti domiciliari 7 persone, accusate a vario titolo di associazione per delinquere, falso in atti pubblici e truffa aggravata continuata ai danni dell’Inps. Complessivamente sono 90 gli indagati per un danno procurato all’ente previdenziale pari a 1uattro milioni di euro.
La misura è scattata nei confronti di due consulenti del lavoro e due imprenditori agricoli; nel primo caso si tratta di Giovanni Lippolis, 57 anni, dipendente civile del Ministero della Difesa, sindacalista e consulente del lavoro; Domenico Caforio, 43 anni, anch’egli consulente del lavoro; gli imprenditori agricoli, invece, sono Luigi Rocco Giosuè (già detenuto per altra causa), 63enne, e Davide Mappa, 39enne. Coinvolte anche tre persone che avrebbero fatto gli intermediari: Salvatore e Anonio Iona, di 61 e 38 anni, padre e figlio, e Corrado Arnesano, 65enne. Secondo l’accusa, avrebbero reclutato falsi braccianti da assumere fittiziamente per truffare l’Inps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *