Turismo enogastronomico, tradizioni e gusto da scoprire nelle regioni italiane

L’industria del turismo italiano e internazionale attende  con impazienza la riapertura dei confini internazionali per tornare a poter viaggiare senza restrizioni, dopo oltre due anni di pandemia. In Italia , I turisti internazionali sono scesi del 62%, quelli nazionali del 49,6% e il 9,6% sono coloro che hanno dovuto cambiare lavoro. il turismo enogastronomico può essere una delle soluzioni nel prossimo futuro, specialmente per l’ l’elevata qualità delle produzioni agroalimentari Made in italy, La pandemia ha modificato il nostro modo di viaggiare. Il turista, o meglio il viaggiatore, ha più interesse a vivere la cultura locale che i monumenti e i luoghi più turistici. Il turismo enogastronomico punta a esperienze immersive, come l’enogastronomia: ovvero il ricercare il contatto di una cultura, un popolo o una società attraverso i suoi cibi e piatti tipici. La cucina locale diviene un fondamento per il visitatore. Il patrimonio culturale legato alle tradizioni culinarie delle regioni italiane diventa decisivo nella scelta del viaggiatore moderno. L’Italia è il paese europeo con il maggior numero di prodotti agroalimentari a denominazione di origine controllata  e indicazione geografica riconosciuti dall’Unione europea, insieme a superlative specialità enogastronomiche classiche e inedite dei territori italiani. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *