‘Tutti all’opera’ al teatro Ruggiero di Melfi

Dopo il successo del debutto di Potenza, nell’ambito della rassegna “Di fiaba in fiaba”, la nuova produzione della compagnia teatrale “L’Albero” viene presentata nella città federiciana. Il 18 aprile alle 20.00, nel Teatro Ruggiero II, va in scena “Tutti all’Opera!”, scritto da Mariangela Corona e Valentina Tramutola per la regia di Vania Cauzillo, spettacolo di teatro ragazzi che ha l’obiettivo di avvicinare i bambini e gli adulti al magico mondo dell’opera lirica.

A guidare i piccoli spettatori, due bambine intraprendenti e simpatiche che, per sfuggire alla noia, cercano rifugio in una polverosa soffitta. Tra bauli, vecchie lettere, armadi e sedie rotte, le bambine incontreranno un misterioso personaggio, che vive in un bellissimo grammofono: lo Spirito dell’Opera, una donna magica e strampalata, con la voce da usignolo. Sarà lei a incantare le bambine, insegnando loro che l’Opera non è nulla di complicato o lontano, ma un magico mondo ricco di storie e di musiche indimenticabili.

Uno spettacolo divertente, poetico, educativo, impreziosito dall’esecuzione dal vivo di alcune arie celebri: l’aria di Cherubino da “Le nozze di Figaro” di Mozart; l’aria di Lauretta dal “Gianni Schicchi” di Puccini; l’aria di Nedda da “Pagliacci” di Leoncavallo; la cavatina di Norina dal “Don Pasquale” di Donizetti e infine la celeberrima cavatina di Figaro, dal “Barbiere di Siviglia” di Rossini. Una carrellata di personaggi suggestivi, che coinvolgeranno i bambini in un viaggio unico nel suo genere, che ha l’obiettivo ambizioso di affascinare e insegnare ad ascoltare l’Opera. Nel ruolo delle due bambine, Cristina Palermo e Palma Santangelo. A vestire le vesti dello Spirito dell’Opera, Alessandra Maltempo, attrice e cantante lirica, direttore artistico della compagnia lucana. La scenografia è stata realizzata nel Salone dei Rifiutati dall’associazione “La luna al guinzaglio”.

“Questo spettacolo nasce principalmente da una passione condivisa dalla regista e dalla prima attrice, la passione per l’Opera lirica. Vania Cauzillo in veste di studiosa, Alessandra Maltempo in veste di cantante, sognavano da anni di poter allestire uno spettacolo che avvicinasse i bambini e le famiglie all’Opera, soprattutto perché in Basilicata sono veramente pochissime le opportunità in tal senso. La volontà è quella di contribuire alla formazione del pubblico di domani, nella speranza che il bel canto trovi spazio anche nei teatri lucani.” Mariangela Corona, autrice dello spettacolo.

“L’Opera è considerato un genere di spettacolo difficile, complicato, inarrivabile, noioso. Attraverso la storia di Violetta e Susanna, chiuse in soffitta insieme allo Spirito dell’Opera, i bambini potranno scoprire che non è così, ma che l’Opera racchiude storie bellissime e musiche struggenti, che resistono intatte nella loro bellezza al passare del tempo e delle mode.” Alessandra Maltempo, attrice e cantante.

“Lo spettacolo è stato volutamente costruito per essere fruibile attraverso più linguaggi: rime e prosa, danza e mimo, comicità di parola e di gesto, il tutto a supporto della musica, vera protagonista della piéce. È quindi uno spettacolo dai mille e più sapori, per i più piccoli ma anche per gli adulti, in quanto ognuno di loro potrà godere del piacere di scoprire o riascoltare l’Opera.” Vania Cauzillo, regista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *