Tutto pronto per la reindustrializzazione del sito Mister Day

Potrà presto partire il processo di reindustrializzazione del sito Mister Day della Valle di Vitalba nel comune di Atella. Il punto è stato fatto questa mattina in Regione nel corso di un incontro al quale hanno partecipato l’assessore alle Attività Produttive Marcello Pittella, il responsabile della Segreteria tecnica della Task Force Occupazione Vito Laurenza, rappresentanti della Eco Sun Power e della ex Mister Day insieme a delegati di Confindustria dei sindacati e dei lavoratori. Nel corso dell’incontro è emerso che si sono concluse tutte le procedure relative all’attuazione dei decreti del Ministero del Lavoro sull’attività sostitutiva e sulla cassa integrazione per riconversione industriale e dei provvedimenti regionali per il riconoscimento del contributo di dieci milioni di euro a fronte di un investimento previsto di venticinque milioni di euro per una ricaduta occupazionale di cinquecento nuove unità lavorative di cui centocinquanta rivenienti dalle liste di mobilità e cassa integrazione. Esito positivo hanno fatto anche registrare la verifica dei requisiti per l’accesso ai bandi per la formazione professionale in scadenza il prossimo 16 agosto. Anche la cassa integrazione per i dipendenti ex Mister Day è in via di definizione, manca infatti solo l’ok dell’Inps. Presto potranno quindi essere pagate le spettanze relative ai mesi che vanno da gennaio a giugno del 2012.

“Questo risultato – ha detto l’assessore alle Attività Produttive Marcello Pittella – è frutto di un nuova stagione di collaborazione tra Regione, industria e sindacato. Questo tavolo di concertazione – ha osservato Pittella – deve considerarsi permanete per invertire la rotta in un difficile momento di congiuntura economica. Dobbiamo reggere all’urto, mantenere i posti di lavoro ed accettare le nuove sfide che il mercato della piccola e grande industria, a partire da Fiat, lanciano alla nostra regione. Solo attraverso una condivisione di responsabilità – ha osservato Pittella- potremo conseguire questi difficili ma non impossibili obiettivi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *