UGL, nè soddisfatti nè tranquilli

“Che Marchionne avrebbe garantito che le fabbriche Italiane siano scongiurate da eventuali chiusure, potrebbe essere positivo anche e soprattutto per lo stabilimento Lucano della Fiat SATA di Melfi dove, si stà registrando dall’inizio del 2012 un innumerevole ed infrenabile periodo di Cigo. Ritenendoci per il momento né soddisfatti ne’ tranquilli, l’auspicio ora deve essere che alle parole garantite in presenza ed unitariamente col Governo, seguano realmente i fatti”. E’ quanto sostiene il segretario regionale dell’UGL Basilicata metalmeccanici, Giuseppe Giordano per il quale, “monitoreremo nei prossimi giorni su cosa intenda fare il lingotto effettivamente per produrre in maniera esaustiva nel sito Lucano attendendo di avere condizioni più esplicite sul nuovo piano, su produzione e sul mantenimento reale degli attuali livelli occupazionali per SATA e tutto l’indotto dell’automotive della Basilicata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *