Un miliardo e 500 milioni di euro per le infrastrutture ferroviarie e viarie in Puglia

L’ammontare complessivo delle opere pubbliche in Puglia, già finanziate con fondi europei ed in attesa di produrre quasi 35mila posti di lavoro, è di 1 miliardo e 500 milioni di euro. La conferma arriva dalle parole di Giulio Colecchia, segretario generale della Cisl pugliese, a pochi giorni dalla consegna al sindacato della documentazione regionale sulle opere pubbliche regionali e sui cantieri realizzabili già finanziati. Il fascicolo, stilato lo scorso 15 maggio ed elaborato dal Dipartimento Infrastrutture e Trasporti della Cisl pugliese, ha evidenziato che gli interventi per opere ferroviarie (Appulo Lucane, Gargano, Ferrotranviaria, SudEst) ammonta a 929.218.989, 25 euro, mentre per le opere di viabilità i finanziamenti sono 630.465.377,25, dei quali 173.706.850 nel barese, 18.131.655 nella Bat, 69.486.725 in Capitanata, 44.639.070 nel brindisino, 44.573.442 nel territorio di Taranto, e 279.927.633 a Lecce e provincia.

Investimenti, questi, di cui la Puglia ha necessità assoluta. Ecco perché la Cisl vuole intensificare il confronto con la Regione: i tre sindacati hanno chiesto all’assessore Giannini l’attivazione di un tavolo di verifica al quale chiamare i singoli Enti locali e le singole aziende titolari di finanziamenti. Lo sblocco dei cantieri è uno dei temi più caldi che saranno trattati dai sindacati il prossimo 4 giugno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *