Un nuovo soggetto politico per cambiare e modernizzare la Basilicata

basilicataUn nuovo movimento politico culturale denominato “Cittadini protagonisti” ha avviato l’attività in Basilicata. Il movimento si impegnerà a dare voce alle persone “normali” che ogni giorno affrontano i problemi della vita reale.

Il movimento intende mettere insieme e coinvolgere le migliori energie e competenze della Basilicata, per preparare un progetto di cambiamento alternativo alla classe dirigente attuale che, negli ultimi 20anni, non è stata capace di dare risposte serie e concrete alla società lucana.

Per raggiungere questi obiettivi “Cittadini protagonisti” parteciperà, nei modi e nelle forme che andrà a stabilire, alle elezioni regionali anticipate di novembre prossimo.

Le azioni principali che il movimento porterà avanti, e che proporrà ad altri soggetti che condividono il percorso tracciato, sono tre:

1- Elaborare un programma di governo credibile, onesto e innovativo per la gestione della Regione Basilicata nei prossimi 5 anni. Il programma verrà preparato da esperti dei singoli settori che valorizzeranno le peculiarità e le potenzialità della regione (agricoltura, ambiente, turismo, acqua, petrolio, risorse giovanili, qualità della vita, ecc.);

2- Individuare il miglior candidato possibile alla carica di governatore e la migliore squadra possibile per coprire gli incarichi di assessori e di nuovi dirigenti degli enti e degli organismi di competenza regionale (Acquedotto lucano, Sel, Arpab, Apt, ecc.).

3- Dare speranza e fiducia ai lucani che credono in se stessi e nel proprio territorio, avviando una “rivoluzione” culturale etica e morale che metta al primo posto gli interessi di tutti e non quelli di chi pensa solo alla propria carriera e a quella dei propri amici e delle proprie cordate elettorali e lobbistiche.

Per fare tutto questo “Cittadini protagonisti” si attiverà per mettere intorno allo stesso tavolo i movimenti, i partiti, le associazioni, le singole personalità, che nelle ultime settimane, stanno annunciando idee e schemi politici diversi dal passato. Mai come ora, tutti questi soggetti, hanno la possibilità di uscire allo scoperto e dimostrare che sono veramente disponibili a schierarsi contro chi ha gestito il potere negli ultimi due decenni e contro chi, con lo squallido scandalo “rimborsopoli” alla Regione Basilicata, si è appropriato di soldi pubblici che non gli spettavano.

“Cittadini protagonisti” è consapevole che la posta in gioco è molto alta e che ci vorranno tanta umiltà, capacità di ascolto tra ideologie e culture diverse, condivisione e contaminazione tra persone di buona volontà.

Le proposte di “Cittadini protagonisti” sono una base di partenza che potranno essere cambiate, arricchite, migliorate e perfezionate. L’unico punto fermo è quello che, in una Basilicata in piena emergenza, è necessario fare qualcosa di straordinario prima che sia troppo tardi.

Occorre creare un “governo di responsabilità regionale” che, a differenza di quello nazionale, che è stato costituito, in gran parte, dai colpevoli dello sfascio, in Basilicata sarà espressione di chi non ha nessuna responsabilità è, ora, ha deciso di farsi avanti.

I principi guida che dovranno caratterizzare la “rivoluzione” che ci apprestiamo a fare saranno i seguenti: sì alle persone perbene, no agli affaristi e ai carrieristi; sì alle idee e alle proposte per il bene di tutti, no alle idee e alle proposte per gli interessi di pochi; sì ai meriti e ai curriculum, no alle raccomandazioni e ai favori personali.

Il motto è: la persona giusta al posto giusto.

Non possiamo, ancora una volta, dare la nostra regione nelle mani di chi, nella propria vita ha perseguito solo l’obiettivo della propria carriera politica ed ha governato senza avere le competenze giuste, rispondendo unicamente alle logiche degli interessi di pochi e attorniato da pseudo dirigenti e collaboratori che hanno fatto della res pubblica, la “res privata”. Gli stessi che, dopo aver governato per decenni la regione, con i risultati disastrosi che sono sotto gli occhi di tutti, ora vorrebbero proporsi come gli artefici del cambiamento, pensando di riuscire, per l’ennesima volta, a ingannare i lucani. E’ giunto il momento in cui la gente della Basilicata alzi la testa e, con coraggio, decida di mandare a casa questi incantatori di serpenti e furbi illusionisti.

E’ giunto il momento in cui si prenda consapevolezza che ogni singola debolezza, messa insieme alle altre, può diventare la forza che porta la Basilicata verso un mutamento che vede i cittadini protagonisti, e non succubi, della politica.

Abbiamo tre mesi di duro lavoro per fare tutto questo, è un'”operazione” difficile ma possibile.

A partire da oggi “Cittadini protagonisti” avvierà una campagna di adesioni in tutta la Basilicata. Chi vuole iscriversi e partecipare alla fase costituente del movimento, può inviare una mail a cittadinilucani@libero.it, la quota minima di iscrizione è di 10 euro.

Inoltre, per sostenere le spese del movimento, chiediamo, fin d’ora, a tutti i lucani di offrire un contributo economico volontario.

“Cittadini protagonisti” è una associazione libera e autonoma che, a differenza del sistema di potere che c’è ora in Basilicata, non riceve e non intende ricevere contributi pubblici, né tantomeno ha dirigenti e funzionari che percependo uno stipendio pubblico e utilizzando le strutture pubbliche fanno la campagna elettorale per i propri sponsor politici.

Mario Isoldi – Coordinatore ‘Cittadini Protagonisti’

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *