Una perla in paradiso

Si snoda attraverso il percorso tra poesia e narrativa il suggestivo e commovente libro di Teresa Mancuso “Una Perla in Paradiso”, edito dalla Montedit ed inserito nella Collana “I Gelsi”, dedicato ad una amica scomparsa di nome Angela. Una anthologica che si connota e trasfigura anche nelle pagine velate di delicata malinconia e che si arricchisce del contributo e dei ricordi di quanti conobbero la sfortunata giovane. Una raccolta di pensieri, di versi, di rimembranze per raccontare una vita ricca di suggestioni e di speranze e sogni mai più realizzati. Un libro donato con il cuore ad Angela, sofferto e meditato nato da un ben preciso progetto, che ha visto coinvolti in e partecipi, in una sola unità di intenti, tutti gli amici che hanno espresso e manifestato i loro più intimi sentimenti. Ma è un libro che apre le porte alla speranza, che invita a continuare la vita, forti dell’esempio offerto dalla giovane scomparsa che è sempre presente nei sogni “…come un’incantevole orchidea” e che da lassù sorride. “E quando la tristezza oscurerà il mio volto -scrive Teresa Mancuso- mi basterà alzare gli occhi al cielo e ammirare fra le tante stella una in particolare che brillerà elegantemente d’amore per me; ovunque tu sei, mia dolce perla di paradiso, sappi che ti voglio bene”.  Nonostante la grave perdita, la poetessa trova in questo libro la forza di reagire e sorridere per cercare di far sorridere anche gli altri e quanti hanno subìto lo stesso crudele destino di perdere una persona cara. E lo fa con questo libro-dialogo con i lettori, con i quali si apre, si confida ed incute speranza, fede e coraggio perché sente che Angela è sempre con lei. Opera altamente educativa perché insegna ed invita ad essere migliori anche in conseguenza di un dolore profondo. Un libro da leggere, da meditare e da proporre perché si presta a diverse interpretazioni e chiavi di lettura, scritto con stile semplice, diretto e dettagliato. Teresa Mancuso, di Ferrandina, ha coltivato sin da giovanissima il culto per la poesia. Ha già pubblicato “Emozioni del Cuore” ed alcune sue opere sono state inserite nel Volume “Ferrandina donna”. Ha preso parte alle manifestazioni del Cinquecentenario della Fondazione, riportando apprezzati e lusinghieri successi. Tra le tante sillogi è molto legata in particolare alla poesia dedicata ai carabinieri che hanno perso la vita a  Nassirya.

LA LUCE CHE E’ IN ME (Teresa Mancuso)

La luce che è in me/ è accesa ogni volta/ che il buio entra/ nell’infinito baratro/ e respira con forza/, l’immenso profumo/ che è fuori/. Oltre gli oceani/ oltre gli orizzonti/ e tutto ciò/ che la luce degli occhi/ possa ammirare/ tutto ciò/ che l’estasi della mente/ e dell’anima/ racchiude, gelosamente in sé.

Giuseppe Coniglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *