Università fattore di crescita del territorio

“E’ certamente apprezzabile l’iniziativa dell’Università della Basilicata di rendere disponibile un’aula multimediale per gli studenti diversamente abili”. Lo ha detto il presidente della Regione, Vito De Filippo, che ha partecipato questa sera all’inaugurazione della struttura. “L’aula multimediale – ha continuato – rende più concreto e reale il diritto allo studio per chi è affetto da disabilità. La Regione ha avviato programmi specifici per sostenere dai primi anni di scuola i ragazzi che presentano difficoltà e facilitarne l’inserimento scolastico e poi lavorativo, con lo scopo di dare a tutti le stesse opportunità di esprimere le proprie capacità e attitudini. Nonostante la manovra finanziaria, faremo il possibile per non operare tagli sulle politiche sociali e di inclusione e di garantire a tutti i lucani gli stessi diritti di cittadinanza. In questo senso, un ruolo importante è affidato all’Università che è fattore di crescita del territorio. Un ruolo che la Regione ha sostenuto concretamente, perché l’Ateneo lucano possa essere vettore di sviluppo sociale”.

“Il conseguimento dell’integrazione e della partecipazione, nonché i metodi impiegati, devono garantire la dignità, l’indipendenza, l’autosufficienza e la sfera privata, per assicurare un costante e reale miglioramento della qualità della vita. Tutti devono poter avere diritti uguali di accesso e di partecipazione anche attraverso percorsi individualizzati”. Così l’assessore alla Formazione, Lavoro, Cultura e Sport, Rosa Mastrosimone, all’inaugurazione dell’Aula Multimediale dell’Università della Basilicata. “Bisogna dare atto all’Università di Basilicata – ha continuato l’assessore Mastrosimone – di aver messo in campo già in occasioni precedenti attività di supporto a sostegno della diversa abilità quali il tutoraggio che gli studenti dell’Ateneo prestano in favore dei loro colleghi. Anche il progetto sull’insegnamento della Lingua dei Segni è una tappa qualificante il nostro ateneo che può diventare un polo di eccellenza in tal senso. La Regione – ha concluso l’assessore – è attenta a valutare e sostenere le iniziative che qualificano e rendono peculiare l’Università di Basilicata soprattutto nel settore dell’Integrazione”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *