Valbasento, Mastronardi: “Ridare un futuro industriale”

“Presso la Confindustria a Matera si è svolto un’importante incontro tra l’UGL ed il responsabile personale della Freudenberg Polibiletex per discutere sulla crisi del comparto chimico che sta’ interessando l’azienda ed in particolare sulle problematiche della sede di Pisticci scalo. Frutto dell‘incontro, lo scongiuramento della chiusura degli impianti di 13 settimane, come si ipotizzava, riducendole ad 8 grazie ad un ordinativo giunto in questi ultimi giorni. In virtù di tale positiva notizia, le parti si sono date appuntamento al 25 c.m. per firmare un patto d’intesa”. E’ quanto fa sapere il segretario provinciale dell’UGL Chimici di Matera, Nicola Mastronardi per il quale, “mentre l’UGL si prodiga a difendere e salvaguardare l’occupazione nella Val Basento, in controtendenza l’ARPAB attribuisce a Tecnoparco gli odori che si registrano in quell’area, in modo semplicistico e senza specificare di cosa si tratti. Puntiamo seriamente al rilancio della Val Basento – continua Mastronardi -, l’UGL ritiene condivisibile l’accordo siglato in val d’Agri tra le parti sociali ed ENI dove la compagnia petrolifera, s’impegna concretamente ad utilizzare le risorse in loco. Alla luce di tutto quanto, l’UGL fa appello alle forze politiche di questa regione, affinché stimolino le aziende operanti nella Valbasento poiché, trascorsi 25 anni dall’accordo di programma per la reindustrializzazione, non c’è da perdere tempo se vogliamo dare un futuro industriale al nostro territorio nell’auspicio, di non indossare in modo plateale, semplicistico e senza approfondire le situazioni, la maglia ambientalistica per mantenere le platee a proprio favore a scopi propagandistici o elettorali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *