Vandali danneggiano carrozza di un treno regionale a Brindisi

Ignoti hanno quasi distrutto il treno regionale 12570, in partenza ieri da Brindisi e diretto a Bari Centrale. I vetri di 3 porte sono andati in frantumi e una carrozza viaggiatori è danneggiata gravemente: il bottino è di 1000 euro di danni e lo stop forzato di circa una settimana. Per garantire l’incolumità dei viaggiatori, il treno è stato cancellato e sostituito con altro materiale. L’episodio è stato denunciato alla Polfer di Brindisi, che ha già avviato un’indagine sull’accaduto. Trenitalia ha stigmatizzato l’episodio, ma l’accaduto, non foss’altro, oltre a recare un danno all’azienda ha provocato anche pesanti disagi ai viaggiatori.

L’utilizzo di altri convogli, infatti, implica la riduzione della disponibilità di posti per effetto del fermo del treno in manutenzione. Nel 2011, la Direzione di Trenitalia Puglia ha sborsato circa 1 milione di euro per riparare i danni alle carrozze e ai locomotori, a cui va aggiunto quello di immagine, 62.000 euro circa per rimuovere i graffiti, e 140.000 euro per il ‘fermo vetture’, le decurtazioni e le soppressioni, 282.000 euro per il reintegro del materiale e 508.000 euro per la manodopera, spesa che si conferma anche per il 2012.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *