Venerdì 10 dicembre dalle ore 9:30 l’incontro tra i Comuni pugliesi e la Regione Puglia per il Piano regionale delle politiche sociali

Venerdì 10 dicembre a partire dalle ore 9:30 nel Padiglione 152 della Fiera del Levante si terrà l’incontro  istituzionale tra i Sindaci e gli assessori  al Welfare dei Comuni Pugliesi e la Regione Puglia ‘Verso il V Piano regionale delle Politiche Sociali’

Introdurranno i lavori l’assessora al Welfare Rosa Barone, la capo dipartimento Welfare Regione Puglia Valentina Romano, il  presidente di Anci Puglia Domenico Vitto, il Delegato Welfare di Anci Puglia Pasquale Chieco e Piero D’Argento di Anci Puglia – area Welfare.

Sono previsti gli interventi dei sindaci pugliesi e degli assessori comunali al Welfare  per presentare suggerimenti  e proposte per il Piano. Interverrà in collegamento video anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

“Quella di venerdì – spiega l’assessora al Welfare Rosa Baroneè una tappa importante del percorso che ci vede impegnati da mesi per arrivare entro fine anno ad avere il nuovo Piano regionale delle politiche sociali. Stiamo ascoltando tutti gli attori interessati, coinvolgendoli in prima persona, per arrivare a un documento il più possibile condiviso. Auspico un’ampia partecipazione da parte dei sindaci e degli assessori, che non smetterò mai di ringraziare per il loro lavoro, reso ancora più difficile dalla pandemia. Con loro ci confronteremo sulle attuali criticità e su interventi che possano essere davvero utili per risolvere le problematiche più frequenti, in modo da fare insieme il bene della comunità”.

 

Per il presidente Anci Puglia Domenico Vitto: “Questa iniziativa evidenzia la proficua sinergia istituzionale tra Anci e Regione anche sul tema del Welfare. E’ un’occasione di confronto e approfondimento con gli ambiti territoriali e con i Comuni sui contenuti del nuovo Piano regionale per le politiche sociali. Importante condividere il contesto operativo, le azioni di sistema e gli interventi di settore, il quadro di risorse a disposizione dei Comuni per garantire i servizi essenziali, per rispondere alle situazioni di fragilità socioeconomica che rileviamo sui territori, purtroppo in continuo aumento anche a causa della pandemia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *