Vertenza Alitalia, la Regione Puglia contribuisce a trovare una soluzione che coinvolga anche i gestori aeroportuali

Il presidente della Regione Puglia si sta confrontando con il gestore dei propri aeroporti al fine di proporre alcune opzioni percorribili nella vertenza Alitalia per sottoporle al Ministero dello Sviluppo economico. L’idea è di coinvolgere tutti i gestori aeroportuali italiani per l’assorbimento degli esuberi del personale Alitalia. Un default definitivo della compagnia di bandiera penalizzerebbe in particolare regioni come la Puglia, la Campania, la Sicilia, la Sardegna, la Calabria e tutte le aree remote del Paese ed è per questo che la crisi Alitalia è fortemente sentita dalla Regione Puglia, che intende dare il proprio contributo a individuare una soluzione valida e percorribile sotto il profilo giuridico, amministrativo, economico e sociale. Il Presidente della Regione ha chiesto, pertanto, al management di AdP di analizzare il dossier Alitalia per verificare se ci sono ulteriori opzioni rispetto a quelle che sono state diffuse, consapevole di quanto sia importante e rilevante il mantenimento della qualità e della quantità del trasporto aereo, sia domestico che internazionale per lo sviluppo e la ricchezza dei territori. In quest’ottica il ruolo del Governo italiano è fondamentale anche nel prevedere strumenti operativi e normativi per il superamento di alcune complessità, come l’assorbimento degli esuberi del personale Alitalia nelle diverse società di gestione. Il Presidente della Regione pensa anche ad un coinvolgimento di Assaeroporti, l’Associazione delle società aeroportuali legata a Confindustria, che rappresenta 33 società di gestione per 42 aeroporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *