Vertenza Datacontact, USB-Pi: “Silenzio assordante”

“USB sulla questione dei 136 dipendenti Datacontact che potrebbero trovarsi senza lavoro fra qualche giorno ritiene inquietante il silenzio assordante di tutti i soggetti interessati alla salvaguardia dei lavoratori”. Lo dichiara Francesco Castelgrande, coordinatore regionale Usb-Pi.
“La Regione Basilicata con la privatizzazione selvaggia dei servizi, – prosegue –  pur  avendo la possibilità di ottenere per i lavoratori in crisi un riscatto di dignità, visto che negli anni hanno perso vari diritti economici e sindacali con il passaggio da una società all’altra, non fa niente per migliorare la situazione degli stessi”. A tal proposito USB invita la Regione Basilicata, a non continuare nell’affidamento a terzi, “ma ad organizzare un tavolo di lavoro per discutere la costituzione di una Società Cooperativa fatta dagli stessi lavoratori che potrà autogestirsi, con evidenti vantaggi economici per ognuno, visto che è un lavoro che espletano da più di 15 anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *