Vie Blu, lavoratori senza stipendio da ottobre e una situazione sempre più difficile

Vincenzo Esposito, Antonio Lapadula e Gerardo Nardiello, rispettivamente segretari di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil Basilicata, in una nota, denunciano la situazione sempre più preoccupante dei circa 800 lavoratori ‘Vie Blu’ che non percepiscono lo stipendio da ottobre.
“Si tratta di 800 famiglie di cui molte monoreddito – affermano i segretari – e che hanno il diritto di trascorrere un Natale sereno come qualsiasi altra famiglia. Ci auspichiamo, pertanto, che la Regione Basilicata sblocchi l’emergenza il prima possibile, in moda da dare a questi lavoratori l’opportunità di vivere queste festività come meritano”.
Oltre a questa emergenza i sindacalisti denunciano altre criticità nel settore forestale, rispetto alle quali chiedono un incontro urgente con il dipartimento Ambiente della Regione Basilicata: la mancata approvazione del bilancio che non ha permesso alle Aree Programma Basento di stanziare le risorse necessarie per completare le giornate per i lavoratori forestali e che vede una mancata assunzione di responsabilità anche da parte della Conferenza dei sindaci e la situazione dei forestali nella provincia di Matera che ugualmente restano in attesa di completare le giornate così come previsto.
“E’ evidente – concludono Esposito, Lapadula e Nardiello – che il sistema così come gestito non funziona. Qualora non si dovesse giungere a una risoluzione positiva delle vertenze, non si escludono forti azioni di protesta e presidi davanti alla sede della Regione Basilicata già dalla prossima settimana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *