Viggianello è il primo borgo del Pollino lucano per presenze turistiche

Crisi economica e diminuzione dei consumi a livello nazionale: chiunque, dopo simili vicissitudini, avrebbe subito un duro colpo nel comparto del turismo. Ma le eccezioni esistono e il comune di Viggianello, in linea con quanto si è verificato in Basilicata e nell’area del Pollino, con dati veritieri alla mano (Fonte Apt), ne è l’esempio. Il borgo, annoverato tra i più belli d’Italia, fiore all’occhiello del Parco Nazionale del Pollino, ha infatti ricevuto risposte positive nel settore turistico. Il lavoro messo in campo dall’Amministrazione Comunale, sta cercando di fare rete in tale comparto, fornendo in tal modo un segnale di incoraggiamento alle strutture presenti sul territorio.
I dati del 2016, presentati ufficialmente dall’APT (azienda di Promozione Turistica) a  Matera, parlano chiaro: nelle strutture ricettive di Viggianello rispetto al 2015 si sono avute quasi 10.000 presenze in più, per un numero complessivo di oltre 34.000 presenze, aumentando in termini percentuali del 40% .Basti pensare che su 100.000 presenze registrate in tutto il Pollino Lucano, il 35% ha pernottato a Viggianello. Ma anche il dato della permanenza media è strepitoso: 5,4. Questo significa che mediamente un turista soggiorna a Viggianello per più di 5 giorni e il borgo viene preferito agli altri per la natura e il relax.
“Questa è la chiara dimostrazione – dichiara l’Assessore al Turismo Adalberto Corraro –  che le scelte programmatiche, di concerto con gli operatori del settore, possono essere determinanti, fare squadra e dare risultati.” Un plauso agli operatori turistici che hanno saputo costruire in questi anni un mix vincente in tutte le stagioni con un’offerta variegata: il trekking in alta quota, gli sport fluviali, l’e-bike, il free-climbing, le ciaspole e l’attrazione principale: l’incanto della natura.
Ovvia la contentezza di Antonio Rizzo, Sindaco di Viggianello. “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti nel comparto turistico e siamo consapevoli che dobbiamo proseguire su questa strada. Come amministrazione ci stiamo impegnando a sopperire alle mancanze e alle pecche che il territorio presenta, su tutte le infrastrutture con una viabilità fatiscente.  Nonostante ciò questi dati stimolano gli investimenti nel settore turistico e noi ci impegneremo affinché i privati investano. Le manifestazioni che svolgiamo per ogni stagione invernale sono l’attrazione che si lega al grande lavoro degli operatori turistici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *