A Viggiano alto gradimento per il ciclocross con il Trofeo dei Tre Mari

Viggiano Caput Bici. Il 2014 è considerato l’anno clou per la cittadina della Val d’Agri che è diventata il centro nevralgico del ciclismo: da quello d’élite, grazie allo storico ed indimenticabile approdo del Giro d’Italia professionisti; a livello giovanile, con il grande successo riscosso in occasione del Trofeo dell’Arpa e della Musica per allievi e il Trofeo Città di Maria per giovanissimi; nel ciclocross, due edizioni dell’omonimo trofeo cittadino con lo svolgimento dei campionati regionali FCI Basilicata (la prima a novembre) e a distanza di un mese il Trofeo dei Tre Mari (la seconda, disputata domenica scorsa); negli ultimi anni anche alcuni arrivi di tappa del Giro della Basilicata Internazionale Juniores che spera di rientrare sulla scena agonistica per il 2015.
Se Viggiano è diventata la “cittadella del ciclismo”, il merito va anche al sodalizio in loco del Team Bykers Viggiano, premiato recentemente al Coni Provinciale di Potenza per la florida attività ciclistica in tutto l’anno solare che si è conclusa con l’organizzazione del secondo Trofeo Ciclocross Città di Viggiano in località Case Rosse. Per il nono e penultimo appuntamento del Trofeo dei Tre Mari, in una giornata dalle condizioni climatiche perfette, circa un centinaio i partenti da Basilicata, Campania, Puglia e Calabria che si sono dati battaglia su un percorso con un misto di tecnica e potenza, nell’enorme spazio verde antistante i Kiris Hotel, considerato un riferimento per la pratica del ciclismo fuoristrada.
Apertura con i G6 promozionali nel segno di Mattia Maria Varalla (Team Bykers-Viggiano) che ha vinto il duello con Piergianni Cautela (Loco Bikers) mentre al terzo posto si è classificato Paolo Ferramosca, in qualità di “uomo chiave” per il successo di Varalla mentre al femminile gara passerella per Chiara Mazziotta (Team Bykers Viggiano). La Loco Bikers ha messo la propria firma nella batteria di 30 minuti con tre frecce nel proprio arco: Raffaele Lavieri, Alessandro Verre ed Antonietta Fortunato.
Il vice campione italiano 2014 Lavieri ha dato vita a una prova eccellente conducendo dall’inizio con Danilo Dennis Morzillo (GSC Moiano) e il campione regionale in carica Vincenzo De Rosa (Team Bykers Viggiano) ma negli ultimi metri ha lanciato alla perfezione il suo attacco relegando i due ex compagni di fuga rispettivamente in seconda e in terza posizione nella gara allievi. Sull’onda emotiva della maglia rosa conquistata di recente al Giro d’Italia di Ciclocross a Silvelle di Trebaseleghe, in Veneto, netta è stata l’affermazione di Verre nella gara esordienti davanti al duo pugliese composto da Francesco Binetti (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e Vincenzo Piarulli (Team Giovanile Franco Ballerini Bari) mentre per Fortunato è arrivata la soddisfazione di concludere la propria gara come unica donna allieva ai nastri di partenza.
Forte del secondo posto in classifica generale al Giro d’Italia Ciclocross, anche l’esordiente Federica Piergiovanni ha sfruttato la brillante condizione per dominare la gara delle donne esordienti davanti ad Alessia Scarpa (GS Tugliese) firmando il suo primo successo ufficiale con la nuova casacca del Team Eurobike. Successivamente, la gara juniores sui 40 minuti ha visto subito protagonisti Antonio Meccariello (Pedale Arianese), Fabio Marzano (Team Giovanile Franco Ballerini Bari), Mattia Patruno (Polisportiva Gaetano Cavallaro), Giuseppe Mastrototaro (Polisportiva Gaetano Cavallaro) e Luigi D’Amico (Asd Belvedere).
L’abile Meccariello, incalzato da Patruno con quest’ultimo costretto al cambio del mezzo (quarto al traguardo), ha poi coronato la vittoria in perfetta solitudine: superiorità questa, mantenuta fino alla fine della batteria rifilando una quarantina di secondi a Marzano, sempre più in grande condizione che, a sua volta, aveva alle calcagna Mastrototaro, giunto sotto l’arrivo in terza posizione nonostante una scivolata.
Nella fascia 2 master da segnalare il primo posto di Biagio Palmisano (Asd Antonio Narducci-Team Edil Luigi Cofano, primo tra gli M5), il secondo del compagno di squadra Luigi Cofano (primo tra i master 4) e il terzo di Francesco Masullo (Movicoast Sport e Turismo, terzo tra gli M4), con Bruno Riccio (AS Civitas) in evidenza come leader delle categoria master over davanti a Ferdinando Panagrosso (Movicoast Sport e Turismo), Tommaso Barbaro e Francesco Rinaldi (GSC Baser Dilettantistico).
Tra le donne ancora a segno la élite Krizia Ruggieri (Polisportiva Gaetano Cavallaro), conquistando un’ottima decima posizione assoluta con i maschi, lasciandosi alle proprie spalle Maria Benedetta Palumbo (Movicoast Sport e Turismo, prima tra le under 23), Alessandra Mastrototaro (Polisportiva Gaetano Cavallaro, prima tra le juniores), Jennifer Manco (GS Tugliese, seconda tra le élite), Miriam Negro (GS Tugliese, seconda tra le under 23) e Cristina Scarasciullo (Polisportiva Gaetano Cavallaro, seconda tra le juniores).
“Volevo vincere a tutti i costi e così è stato. Dovevo ricambiare la fiducia di Nico Liguori, le sue parole nei momenti difficili mi hanno dato tranquillità e voglia di insistere. Ringrazio tutte le persone che mi hanno aiutato e tutto lo staff di Cicloo Bike al completo ed ora avanti con i prossimi obiettivi “ è stato il commento di un felicissimo Pasquale Sirica (Cicloo Bike, primo della categoria élite) che ha dominato la batteria conclusiva sui 60 minuti.
Nella fase iniziale la lotta è stata molto incerta e a condurre la testa della corsa c’era Giacomo Colona (GS Tugliese, secondo all’arrivo tra gli under 23) fino a quando è stato costretto a cambiare la sua bicicletta ai box per problemi meccanici. Avvicendamento al comando della gara con Sirica che ha impresso un ritmo notevole ed imprendibile per il resto degli inseguitori con Simone Perna (Zerokappa Asd, primo tra gli under 23), Colona, Mauro Piccolo (Polisportiva Gaetano Cavallaro, terzo tra gli under 23) e Antonio Lavieri (Loco Bikers, quarto tra gli under 23) che completavano in quest’ordine l’arrivo.
Dietro i primi cinque della gara open c’è stata bagarre anche per aggiudicarsi la fascia 1 amatoriale nel segno di Pasquale Semeraro (Nrg Bike, primo di categoria tra i master 2) su Ernesto Angelini (Asd Antonio Narducci-Team Edil Luigi Cofano, primo tra i master 3) e Donato Dragone (Asd Sport Bike Lucania, secondo tra i master 2) mentre più staccati Carlo Medaglia (Asd Team Giuseppe Bike) e Cosimo Cattedra (Nrg Bike), entrambi nella top 15 di questa batteria e rispettivamente primi di categoria tra gli élite sport e i master 1. Viggiano ha ancora una volta dimostrato di possedere tutte le caratteristiche ideali per ospitare il ciclocross, anche nel contesto del Trofeo dei Tre Mari, facendo registrare l’ennesimo successo organizzativo e tecnico in una splendida cornice di pubblico che ha espresso grande apprezzamento per lo spettacolo offerto da tutti gli atleti partecipanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *