Viti al convegno ‘Le vie dei Parchi’

“Il lavoro realizzato dagli allievi dell’intervento integrato, nell’ambito del programma “Cultura in Formazione”, è molto prezioso per la sua certosina qualità, frutto di un’attività sviluppatasi per 10 mesi e culminata nella redazione del Piano di Comunicazione per i Parchi Regionali della Basilicata che è stato illustrato oggi”. Lo ha dichiarato l’assessore alla Formazione Cultura, Vincenzo Viti, nel suo intervento conclusivo al convegno che si è svolto oggi a Matera nel Convento di Santa Lucia.

“Il coinvolgimento sinergico del Parco di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane e del Parco della Murgia Materana – ha sottolineato – hanno prodotto una approfondita analisi dei territori, indagini storico-archeologiche, esplorazioni naturalistiche, ricostruzioni tridimensionali di villaggi trincerati, che contribuisce ad arricchire la conoscenza e l’offerta turistica didattico-culturale del territorio lucano. Offerta che integra ed affianca la centralità e la visibilità nazionale ed internazionale rappresentata dai Sassi di Matera, e lo sforzo messo in campo dalla Regione e dagli altri attori istituzionali e territoriali che fanno parte del Comitato che sostiene la candidatura di Matera Capitale della Cultura per il 2019”.

“Il messaggio contenuto nel Piano di Comunicazione che viene presentato dai ragazzi e dai professionisti e rappresentati del mondo della ricerca – ha detto l’esponente del Governo regionale – è quello legato ad un’idea di sviluppo sostenibile finalizzata alla creazione di opportunità lavorative e di intrapresa concrete, soprattutto per le nuove generazioni, nelle quali assumono centralità la natura, i percorsi storici e architettonici, la cultura rappresentata dal mondo rurale e silvo-pastorale”.

“Si renderà necessario un incontro con i responsabili delle due amministrazioni dei Parchi, unitamente con gli elaboratori della ricerca e con i giovani che vi hanno partecipato, – ha spiegato – finalizzato a mettere a punto un sistema di interventi che metta insieme le competenze della formazione, delle attività produttive e dell’agricoltura, in funzione di un progetto complessivo che coinvolga territori e comunità interessate”. Viti concludendo ha sottolineato, inoltre, “gli sforzi notevoli attivati dalla Regione mirati a dotare la Citta dei Sassi della sede distaccata della Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, i cui tempi di avvio sono stati cronoprogrammati e troveranno nelle prossime settimane una ulteriore, puntuale, verifica”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *