Vittoria per gli studenti di Medicina ricorrenti

Il 19 giugno il TAR Lazio ha emanato le prime sentenze di accoglimento del ricorso degli studenti di medicina partecipanti al test d’ingresso del 2015, sancendo l’immatricolazione definitiva di quasi mille studenti, tra cui quelli di Bari dell’aula 3, sorte che ci auspichiamo venga estesa a tutti i ricorsisti.
“Siamo soddisfatti per la conclusione di una fase di vita caratterizzata da una forte precarietà per quegli studenti che, pur dopo aver cominciato un percorso di studio con esiti positivi, non avevano ancora la certezza di essere immatricolati in via definitiva, con il rischio di essere espulsi da un percorso di formazione – commenta Luca Ieva, coordinatore di Link Bari – . Bisogna ora più che mai ridiscutere il sistema dei test, prendendo consapevolezza della scarsità di personale medico e dell’inadeguatezza dei test stessi, affinché università e Ministero aumentino le risorse strutturali per la formazione di nuovi medici.
Questa sentenza non rappresenta una sconfitta del numero chiuso, che può avvenire solo sul piano politico e culturale, ripensando un’università di massa, gratuita e aperta a tutti per aumentare il numero di laureati (siamo ultimi in Europa) e ripensare il nostro modello di sviluppo”
LINK Bari – sindacato studentesco universitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *