Banca Apulia, Adiconsum: “Serve più trasparenza per i risparmiatori”

Sono numerose le segnalazioni arrivate allo sportello Adiconsum di Potenza da parte di risparmiatori che hanno acquistato titoli azionari, poi svalutati, di Veneto Banca collocati sul territorio regionale principalmente dall’istituto Banca Apulia. A denunciarlo è l’Adiconsum di Potenza. Sotto la lente dell’associazione sono finite le procedure – definite “poco trasparenti” – adottate da Banca Apulia. In particolare lo staff legale di Adiconsum sta vagliano la legittimità del comportamento posto in essere dall’istituto di credito al fine di tutelare al meglio le posizioni dei risparmiatori nelle competenti sedi civili e penali. A tal proposito, l’Adiconsum terrà nei prossimi giorni una serie di seminari per informare i risparmiatori e illustrare le possibili soluzioni. “Sulla base dei dati acquisiti e dai contatti avuti con numerosi risparmiatori – spiega l’associazione – appare evidente come in molti casi l’istituto di credito, non solo non ha spiegato che le azioni erano prodotti finanziari così detti ‘illiquidi’ per i quali sussistevano difficoltà di smobilizzo, ma le hanno, al contrario, proposte come un investimento sicuro, a capitale garantito, trasformabile in denaro contante in qualunque momento il cliente ne avesse fatto richiesta”.
Per l’Adiconsum “appare evidente che un tale modus operandi  risulta discutibile in considerazione di molteplici profili ed in modo particolare evidenzia una sostanziale carenza di trasparenza e correttezza nel proporre l’investimento, nonché l’assenza di un’effettiva valutazione dell’adeguatezza dell’investimento con riferimento alle caratteristiche personali dei clienti ed alla specificità del prodotto proposto. La questione assume un rilevo sociale non indifferente – continua l’Adiconsum – anche rispetto al momento storico di particolare crisi che le famiglie si trovano ad affrontare e soprattutto in considerazione del fatto che, in molti casi, le perdite economiche subite dai risparmiatori appaiono assolutamente rilevanti”.
I risparmiatori interessati possono rivolgersi alla sede potentina di Adiconsum, in Via del Gallitello 56, al secondo piano della sede regionale della Cisl. Si può contattare l’associazione anche telefonicamente al numero 339.4842023 o via e-mail all’indirizzo adiconsumpz@virgilio.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *