Fermate due prostitute lungo la strada provinciale 231

 

Due ragazze di 19 anni, un’albanese e una rumena, sono state fermate dalla Polizia Municipale sulla Strada Provinciale 231 (che collega Barletta a Canosa di Puglia), mentre esercitavano l’attività di meretricio. I militari erano impegnati in un’attività di controllo del territorio, per contrastare il giro di prostituzione lungo le strade. Le due ragazze sono state identificate presso la Polizia Scientifica di Bari, ed essendo sprovviste di documenti, sono state denunciate all’autorità giudiziaria competente per atti contrari alla pubblica decenza. Intanto, l’Assessore alla Polizia Municipale e alla Legalità, Giuseppe Rutigliani, si è congratulato con le forze dell’ordine per l’impegno profuso nell’operazione.

“Esprimo vivo apprezzamento per l’operazione – ha detto Rutigliani – perché si tratta dell’ennesima dimostrazione della capacità e professionalità delle forze di polizia locale di sviluppare un’efficace attività di controllo del territorio, anche per reati che suscitano particolare sdegno nell’opinione pubblica. Mi auguro che un ruolo fondamentale lo svolgano anche i cittadini, ai quali si chiede maggior senso civico, collaborando con le forze dell’ordine e comunicando tempestivamente all’autorità di Polizia qualsiasi elemento possa essere d’aiuto alle indagini. Sarebbe un’importante contributo all’impegno quotidiano delle forze dell’ordine per preservare la sicurezza della nostra comunità”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *