Lega Pro: Al XXI Settembre, nuova battuta d’arresto del Matera contro Siracusa

Matera – Siracusa  0-4

MATERA (3-4-3):

Tozzo, Scognamillo, De Franco, Ingrosso, Casoli, Iannini, De Rose, Salandria, Negro, Lanini, Carretta. Allenatore: Auteri.

A disposizione: Bifulco, D’Egidio, Biscarini, Bertoncini, Strambelli, Di Lorenzo, Dammacco, Armeno, Meola, Gigli.

SIRACUSA (3-4-3): Santurro, Diakitè, Turati, Pirrello, Brumat, Russo, Azzi, Malerba, Catania, Scardina, Longoni. Allenatore: Sottil.

A disposizione: Gagliardini, De Raspinis, De Silvestro, Rizza, Valente, Persano, Cossentino, Nania.

Arbitro: Lorenzo Maggioni (Lecco)

Reti: 46′ pt Azzi, 19′ st Turati, 45′ st Persano, 47′ st Catania

In Lega Pro, continua la serie negativa di risultati del Matera Calcio che subisce un inaspettato poker casalingo contro il Siracusa di mister Sottil che espugna meritatamente il XXI Settembre-Franco Salerno. Una nuova battuta d’arresto  per Iannini e soci chiamati a confermare i segnali di ripresa del team biancazzurro, in occasione del positiva prestazione infrasettimanale di Coppa Italia, ottenuta in trasferta a Taranto. Un’opinabile condotta di gara di Maggioni di Lecco, non giustifica la deludente prova del Matera che rimedia la quarta sconfitta consecutiva. I biancazzurri di mister Auteri al 26′ restano i dieci per l’espulsione di Carretta che commette fallo sull’attaccante siciliano Brumat. Un episodio discutibile che condiziona la prestazione di Negro e soci  che al primo minuto di recupero del primo tempo, subiscono la rete del vantaggio siciliano grazie a Dentello che si libera di due difensori materani e lascia partire un preciso diagonale che si insacca alla destra di Tozzo. In avvio di ripresa, i padroni di casa cercano di riequilibrare le sorti dell’incontro con Casoli ma il suo tiro termina sfortunatamente  a poca distanza dal palo difeso da Santurro. Doccia fredda per i biancazzurri pochi minuti con il Siracusa che raddoppia su corner battuta da Brumat e preciso colpo di testa da distanza ravvicinata di Turati che batte per la seconda volta Tozzi.  Sotto di due gol, incredibilmente, la squadra biancazzurra appare incapace di reagire e  creare seri pericoli per la difesa ospite. La brillante formazione ammirata fino al mese scorso, non riesce a produrre una manovra fluida e incisiva soprattutto in fase offensiva e  commette gravi disattenzioni in fase difensiva, come in occasione del terzo e quarto gol, grazie a Persano che infila il portiere biancazzurro con un preciso diagonale e su corner fa poker con Catania che beffa la difesa biancazzurra con un colpo di tacco da distanza ravvicinata.

Amareggiato a fine gara il coach biancazzurro  Auteri che chiede scusa alla città e alla tifoseria biancazzurra per questo periodo negativo della sua formazione. Un match dichiara il mister biancazzurro che a prescindere da alcune opinabili  decisioni arbitrali, è stato gestito male dalla mia squadra e da alcuni giocatori. In futuro, prosegue il tecnico siciliano, reagiremo  nel migliore dei modi per superare rapidamente questo periodo negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *