Sciopero di 4 ore delle FAL indetto dall’Usb Lavoro Puglia-Basilicata

Possibili disagi su treni e autobus delle Ferrovie Appulo Lucane nella giornata odierna a causa di uno sciopero nazionale di 4 ore del settore Trasporto Pubblico Locale, indetto dall’Usb lavoro privato di Puglia e Basilicata. Nelle due regioni il personale di esercizio si asterrà dal lavoro dalle ore 15.31 alle ore 19.31; il personale degli impianti fissi, invece, in Puglia nelle ultime 2 ore di servizio e in Basilicata nelle ultime 4.
“Le motivazioni dello sciopero sono la tutela di salute e sicurezza dei lavoratori e della collettività; provvedimenti di prevenzione tardivi e inadeguati a fronte della nuova e già attesa diffusione pandemica, in particolare dei servizi scolastici e delle attività lavorative/produttive; scarsa propensione ad investire realmente nella prevenzione; ritardo nella corresponsione delle somme di cassa integrazione di febbraio/marzo 2020; quadro normativo che definisce misure di prevenzione insufficienti e spesso poco chiare sugli obblighi dei datori di lavoro; assenza di sistema di controllo efficace su obblighi di legge delle aziende; assenza di deroghe normative necessarie alla distrazione di utilizzo di veicoli M2-M3 classe 2 e 3, nonché alla possibilità di riempimento all’80% dei veicoli M2-M3 classe 2 per tutta a lunghezza della linea e non su specifica tratta; assenza di misure a sostegno dei lavoratori TPL da parte del Governo che si è mosso solo a favore delle aziende esercenti il Servizio Pubblico Locale prevedendo il finanziamento al 100% dei corrispettivi, un fondo di 600 milioni per risarcimento mancati introiti e ulteriori 300 milioni per rafforzamento del servizio con acquisto/noleggio mezzi, misure disattese che hanno sottratto risorse per garantire livelli occupazionali e salariali; assenza di una politica atta alla ripubblicizzazione dei servizi essenziali; assenza di un piano nazionale per la mobilità; assenza di interventi strutturali per rispondere alle reali esigenze dei territori nella quantità, qualità e sicurezza del servizio”, si legge nella nota.

Saranno comunque assicurati tutti i servizi nelle fasce di garanzia, ossia dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 12.30 alle ore 15.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *