Cessione Casa Divina Provvidenza, via libera delle Regioni

Si sono concluse in questi giorni le riunioni dei tavoli tecnici convocati dalla Regione Puglia e dalla Regione Basilicata – con la partecipazione della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria e Universo Salute Srl – per discutere dei procedimenti amministrativi per il trasferimento della titolarità delle autorizzazioni ed accreditamenti (attualmente in capo all’Opera voluta da Don Pasquale Uva).
“Il passaggio – ha dichiarato l’Avv. Bartolomeo Cozzoli, Commissario Straordinario della Casa della Divina Provvidenza – è di fondamentale importanza per il buon esito del salvataggio dell’azienda e la continuità, senza interruzioni, nell’erogazione dei servizi sanitari ed assistenziali. Posso dire di essere pienamente soddisfatto per il lavoro svolto e per le rassicurazioni ricevute dalle Amministrazioni Regionali di Puglia e Basilicata. Oltre all’elevata professionalità degli apparati amministrativi regionali – ha aggiunto il Commissario – ho davvero verificato personalmente la loro consapevolezza che il difficile salvataggio dell’Opera Don Uva è una sfida difficile che vede tutti schierati a difesa della salute di migliaia di pazienti, della salvaguardia del lavoro di migliaia di addetti, della stessa  economia e del tessuto sociale di queste regioni del mezzogiorno italiano. Con le regioni Puglia e Basilicata – ha concluso l’Avv. Cozzoli – abbiamo tracciato il percorso da intraprendere per svolgere rapidamente il legittimo procedimento da seguire per assicurare la continuità aziendale – senza trauma alcuno – con il trasferimento della titolarità delle autorizzazioni ed accreditamenti in favore della futura proprietà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *