In Basilicata due ruote in festa per la sfilata dei campioni del ciclismo

A Sasso di Castalda, in un angolo pittoresco dell’appennino lucano, il comitato regionale della Federciclismo Basilicata ha celebrato la festa e la sfilata dei migliori interpreti della stagione ciclistica 2015 ospitata all’interno del teatro comunale. Con la presenza sul territorio di 23 società affiliate alla FCI in provincia di Potenza e 13 in quella di Matera, sono stati consegnati una serie di riconoscimenti agli atleti delle categorie giovanili, agonistiche ed amatoriali, ripercorrendo i momenti più salienti della stagione scorsa alla presenza, al tavolo d’onore, di Daniela Isetti (vice presidente vicario della Federazione Ciclistica Italiana), Carmine Acquasanta (presidente della Federciclismo Basilicata), Domenico Totaro (presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese), Leopoldo Desiderio (presidente regionale del Coni Basilicata), Giuseppe Nardiello (vice presidente vicario della Federciclismo Basilicata), Davide Spadino (presidente del comitato provinciale FCI Potenza), Giuseppe Lombardi (presidente del comitato provinciale FCI Matera) e Antonio Trevisani (atleta e referente regionale del settore paraciclismo).
Con la conduzione della cerimonia a cura di Adriano Bevilacqua e la presenza in platea di Maria Grazia Vendegna (segretaria FCI Basilicata), Michele Lavieri (presidente commissione nazionale FCI ciclocross), Vincenzo Bonavita (componente regionale settore strada e pista), Fabio Nigro e Nicola Perciante (componenti settore fuoristrada FCI Basilicata), Carlo Scavone (presidente commissione giudici di gara FCI Basilicata), Prospero Di Dio (responsabile struttura tecnica strada e pista FCI Basilicata), Paolo Saluzzi (responsabile settore giovanissimi FCI Basilicata), Luigi Berardi (responsabile settore amatoriale e cicloturismo FCI Basilicata), Antonio Picciani (vice presidente FCI Basilicata), Vincenzo Sileo, (componente commissione nazionale FCI strada), Gianfranco De Felice (consigliere del comitato provinciale FCI Potenza) e Antonino Amato (consigliere FCI Basilicata), oltre a una rappresentanza del Comando della Polizia Stradale delle sezioni di Potenza e di Matera, il presidente regionale Carmine Acquasanta ha posto l’accento sull’annata straordinaria dell’attività che sarà ricordata a lungo per i 40 successi raccolti dagli atleti lucani in tutte le discipline e della presenza nel massimo palcoscenico professionistico di ben cinque corridori (Domenico Pozzovivo, Antonio Santoro, Danilo Celano, Antonio e Michele Viola), oltre alle varie iniziative che hanno caratterizzato l’attività a livello giovanile-agonistico (Trofeo dei Tre Mari) e in modo particolare i progetti “Pinocchio in Bicicletta”, “Icaro” e “Sulla Buona Strada” realizzati di concerto con il Comando della Polizia Stradale di Potenza e Matera e con i funzionari del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, coinvolgendo 16 scuole primarie, 52 classi e 1070 alunni risultando tra i primi quattro comitati regionali sul territorio nazionale.
Daniela Isetti ha sottolineato nel suo intervento la regione Basilicata come importante laboratorio di multidisciplinarietà puntando forte sul fior fiore dell’attività che è quella giovanile ed anche l’avviamento alla pratica ciclistica allo scopo di fare disparate esperienze motorie per crescere prima come atleti e poi come persone, senza trascurare i temi fondamentali dell’educazione stradale e della sicurezza.
Degno di nota l’intervento dell’ingegner Domenico Totaro sul connubio tra l’attività ciclistica e la godibilità dei Parchi che rappresentano un patrimonio di natura, paesaggi e biodiversità grazie alla possibile creazione di un tour itinerante tra i parchi della regione (Appennino Lucano, Pollino, Murgia Materana, Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane). La pratica del cicloturismo si presta benissimo attraverso una fruizione più piena dei sentieri già collaudati, ippovie, itinerari naturali adatti a diverse competenze e attitudini da parte dello sportivo.
L’handbiker Trevisani ha messo in evidenza come il paraciclismo nella regione lucana sia partito in sordina e una disciplina come l’handbike si pratica soltanto con la forza delle braccia, del carattere e della testa.
Nel più fervido ricordo di alcune figure importanti del panorama ciclistico regionale come Giovanni Colombo (presidente della formazione giovanile della Bici Sport Marconia), Giuseppe Panebianco (ex presidente del comitato regionale lucano e consigliere federale) e Adriano Pedicini (grande appassionato di ciclismo, fratello di Nunzio che ricopre la carica di consigliere regionale in seno alla Federciclismo regionale), il ciclismo in Basilicata riprende a pedalare per il nuovo anno con il suo fascino intatto, le sue tradizioni e i suoi valori, puntando ancora molto alla valorizzazione del territorio, alla tutela ambientale e alla voglia di fare sport dai più grandi ai più piccoli che costituiscono i principali capisaldi dell’attività regionale.
L’elenco completo di tutti gli atleti e delle società premiate a questo link https://issuu.com/lucaalo/docs/elenco_premiazione_2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *