L’Olimpia Bawer Matera ritrova sorrisi e convinzione, battuta Palestrina e prolungata la serie

L’Olimpia Bawer Matera lotta, corre, combatte e alla fine porta a casa un successo fondamentale, che permette di prolungare la serie play off contro Palestrina. Una prestazione maiuscola di squadra, fatta di intensità e collaborazione, di grinta e di cuore, di passione e voglia. Una sfida vinta da vera squadra. Un successo che riporta fiducia, armonia e sorrisi nel gruppo biancazzurro, dinanzi ad una buona cornice di pubblico, che incita la squadra dal primo all’ultimo minuto, trascinandola al successo anche negli ultimi possessi, quando Palestrina ha provato il tutto per tutto per raggiungere l’Olimpia Bawer Matera. Eppure, il finale di 83-78 premia il roster di coach Roberto Miriello, che ora avrà a disposizione tre giorni fondamentali per riposare e preparare al meglio gara3, la sfida decisiva della serie, prevista ancora a Palestrina per lunedì 8 maggio 2017 alle ore 20,30 al PalaIaia.

Coach Miriello rilancia Grande in quintetto, con Zampolli, Laudoni, Lestini e Ravazzani. Sull’altra sponda del parquet, invece, lo starting five di Lulli è composto da Rischia, Molinari, Pederzini, Drigo e Serino. Il primo canestro è del play di Palestrina, dopo un minuto di gioco. Le due squadre conoscono bene l’importanza della posta in palio e fare le scelte migliori in ogni occasione non è facile. Laudoni risponde immediatamente, ma Drigo realizza un gioco da tre (2-5). Un antisportivo fischiato a Serino permette all’Olimpia di realizzare dalla lunetta con Grande e dal campo con Ravazani (6-5) e la sfida prende vigore. Pederzini firma il primo allungo del match (8-15), e Miriello al 5’47” chiama time out. Ravazzani e Grande, dopo una bella palla recuperata, contengono il divario, la tripla di Lestini porta le squadre ad un possesso (15-17). Nel finale del primo quarto Cantagalli è più preciso di Pederzini dalla lunetta (19-20). Il secondo parziale si apre con il canestro di Grande che sigla il primo vantaggio per Matera (21-20). Ma si va punto a punto sino al break di Grande e Lestini (27-24) e questa vola è Lulli a fermare il gioco. Un’altra tripla di Lestini permette all’Olimpia di allungare (32-26), ma dopo le giocate di Gagliardo, Lestini e Rischia, è Drigo a firmare la parità (39-39) al 17’58” costringendo Miriello a chiedere una nuova sospensione. Gagliardo segna ancora, Lestini con una nuova tripla tiene Matera a contatto. Poi a tempo scaduto Molinari e Lestini bisticciano. Arbitri un pò in difficoltà, ma alla fine l’Olimpia tira un solo libero, Palestrina due (43-45).

La seconda parte di match è bellissima, come lasciava presagire il primo tempo. Rossi insacca subito la tripla del + 5 Palestrina, ma l’Olimpia è carica e costruisce la nuova parità al 25’ con il primo canestro di Zampolli (52-52), mentre ancora Lestini da tre firma il sorpasso (55-54). Da tre segna anche Laudoni e, con Lestini in lunetta, Lulli ferma il match al 26’50” (58-56). L’ala di Matera segna, come Zampolli. Vangelov e Drigo ne fanno uno in due, Cantagalli chiude il terzo quarto con il canestro che vale il +5 Matera (64-59). L’ultimo parziale lo inaugura Zampolli, che entra di prepotenza nella sfida con una tripla, poi Ravazzani segna il +10 (69-59). L’Olimpia Bawer Matera sale sino al massimo vantaggio di +11 con Laudoni (73-62). Zampolli segna dopo vari imprecisioni da una parte e dall’altra, Rossi contiene la fuga di Matera, al 35’27” time out per Miriello. Rischia e Pederzini accorciano ancora e Lulli ci crede, chiamando a sé i suoi per nuove indicazioni al 39’05” (77-73). Un gioco da tre di Drigo riapre il match (78-76). Lestini, Rossi e Cantagalli non sbagliano dalla lunetta, ma il capitano recupera soprattutto la palla decisiva a tempo quasi scaduto, andando a realizzare anche il libero che consegna la vittoria all’Olimpia (83-78), gara3 e una grande speranza ai tifosi biancazzurri.

IL TABELLINO

Bawer Matera – Citysightseeing Palestrina 83-78 (19-20, 43-45, 64-59)

Bawer Matera: Federico Lestini 29 (4/6, 5/11), Alessandro Grande 15 (6/10, 0/3), Gionata Zampolli 11 (3/6, 1/3), Nicolò Ravazzani 10 (4/8, 0/0), Stefano Laudoni 7 (2/5, 1/5), Gianni Cantagalli 7 (1/2, 0/1), Adama Ba 4 (2/2, 0/0), Matteo Annese 0 (0/0, 0/0), Gabriele Pacifico 0 (0/0, 0/0), Giovanni Loperfido 0 (0/0, 0/0). All. Miriello.

Note Matera: Tiri liberi: 18 / 21 – Rimbalzi: 39 14 + 25 (Nicolò Ravazzani 17) – Assist: 17 (Alessandro Grande 9).

Citysightseeing Palestrina: Mathias Drigo 18 (6/10, 0/4), Riccardo Pederzini 15 (7/12, 0/1), Gianmarco Rossi 12 (2/4, 2/6), Simone Rischia 10 (2/4, 2/9), Filippo Gagliardo 9 (3/5, 1/1), Nikolai Vangelov 6 (3/5, 0/0), Dario Molinari 2 (0/0, 0/0), Davide Serino 2 (1/1, 0/1), Luca Montanari 2 (1/3, 0/1), Daniele Brenda 2 (0/0, 0/1). All. Lulli.

Note Palestrina: Tiri liberi: 13 / 18 – Rimbalzi: 27 10 + 17 (Mathias Drigo 9) – Assist: 12 (Riccardo Pederzini 5).

Arbitri: Scarfò di Palmi (RC) e Praticò di Reggio Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *