Piaggio Pontedera, sottoscritto accordo per la stabilizzazione di 50 lavoratori

“E’ stato sottoscritto un ottimo accordo alla Piaggio per la stabilizzazione di 50 lavoratori e la stipula di 580 nuovi contratti a termine. All’incontro ha preso parte il presidente e amministratore delegato dell’azienda Roberto Colaninno, responsabile dell’innovazione e del prodotto Michele Colaninno parte della dirigenza, con al tavolo le organizzazioni Fim-Cisl Uilm-Uil e Uglm. Quest’ultima smentisce le affermazioni della CGIL, secondo la quale nella suddetta azienda l’UglM non sia rappresentativa. L’UglM medesima, invero, nella Piaggio conta ben 3 R.S.U. e molti più tesserati della stessa Fiom”.

Lo dichiara il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici Antonio Spera, secondo cui “sulla testata giornalistica ‘il manifesto’ viene asserito che l’ o.s. che rappresento non abbia delegati: tengo a smentire totalmente tale dichiarazione, palesando, altresì, il mio dispiacere per una simile considerazione da parte di una sigla sindacale, i cui rappresentanti dovrebbero pensare a tutelare i dipendenti invece di innescare pettegolezzi inutili; badiamo ai fatti”.

“In un momento di difficoltà occupazionale ed economica dovuta alla pandemia Covid-19 in atto” – prosegue Spera – “come Ugl riteniamo che sul sito di Pontedera, unitamente a Fim e Uilm abbiamo portato a termine definitivamente l’accordo per l’assunzione di 50 lavoratori a tempo indeterminato, i quali saranno assunti fra gennaio e marzo 2022; essi, con le previsioni attuali, potranno essere reimpiegati con contratto a termine fino a 580 lavoratori in tale Gruppo Piaggio. Non si tratta di chiacchiere propagandistiche ed elettorali: abbiamo messo – prosegue Spera – nero su bianco un atto concreto, frutto di relazioni sindacali mature, condivise per il futuro dell’azienda e soprattutto per il bene di tutti i dipendenti, nonostante il Covid in atto ed il contesto sempre più difficile, derivante dalle forti difficoltà dovute dai costi delle materie prime, dalla difficoltà di reperire componenti. E’ stata raggiunta un’importante intesa che guarda all’occupazione dei giovani, e che già nel 2021 ha portato all’assunzione di 30 apprendisti sulla linea del nuovo Porter NP6 e di 50 tecnici specializzati nel nuovo dipartimento di E-Mobility: non chiacchiere – tuona forte e chiaro, in conclusione il Segretario Nazionale Spera. Noi abbiamo fatto tutto ciò per il bene del sito e del territorio. Ora la Cgil-Fiom sensibilizzi la politica che non è stata in grado di supportare i lavoratori e, dunque, l’occupazione in un contesto così importante dove noi sindacato abbiamo sottoscritto un eccellente accordo per il territorio, che rappresenta un volano economico non solo per Pontedera, bensì per tutta la Regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *