Preview Casertana-Matera

Dimenticare le ultime due gare. E l’imperativo in casa Matera alla vigilia della trasferta di Caserta contro la prima della classe. Impegno ostico per i biancazzurri domani al ‘Pinto’. Nella conferenza stampa di oggi, il tecnico materano, Davide Dionigi, ha fatto leva soprattutto sul processo di crescita che la sua squadra, radicalmente modificata rispetto alla passata stagione, deve attraversare.
“Più che dalla reazione, bisogna ripartire dalla prestazione che è stata fatta contro il Catania. – ha detto il tecnico reggiano – Purtroppo, nel calcio, specialmente in Italia, contano i risultati. Le prestazioni offerte contro Akragas e Catania e la prima mezzora ad Andria non sono affatto da buttare. Io devo guardare al campo, e a questa squadra manca solamente il gol. Contro il Catania siamo partiti timidi, ma poi per 70 minuti abbiamo giocato solo noi. È la seconda volta che perdiamo ed usciamo fra gli applausi dei nostri tifosi, questo vuol dire che la squadra gioca”.
Poi, l’analisi della gara di domani in terra campana: “Ci aspetta una partita difficile contro una squadra in salute, che è partita molto bene con risultati importanti, e che avrà la convinzione e l’euforia. Noi, però, dobbiamo continuare a giocare a calcio, poi, chissà, riusciremo a fare gol al primo tiro. Sono quei periodi che si attraversano nell’arco di un campionato”.
Domani ci sarà anche Gaetano Iannini, e questa è sicuramente una bella notizia, perché il capitano biancazzurro è, forse, l’unico centrocampista della rosa in grado di attaccare lo spazio creato dal movimento delle punte.
In casa casertana non si pensa ad un Matera sfavorito. Il tecnico dei falchetti, Nicola Romaniello, ha detto: “Il loro inizio di stagione è stato incerto, ma non parlerei di crisi. La fortuna non è stata dalla loro parte, ma restano una squadra importante formata da calciatori di categoria. Un avversario scomodo per tutti. Attenzione massima alla qualità dei vari Letizia, Carretta, Pagliarini, perché sono giocatori tecnici e rapidi che possono crearci non pochi problemi. Ma l’abbiamo preparata nel migliore dei modi sperando di poter ripetere le buone prove offerte fin qui. Ho fiducia nei miei ragazzi perché stanno facendo un ottimo lavoro. Ogni gara ha una storia a se e sabato sarà un’altra battaglia. Però siamo consapevoli delle nostre forze e di quello che possiamo dare”.
In forse per domani il difensore Idda ed il centrocampista Mancosu, mentre torna a disposizione il mediano Rajcic. “Dovremo valutare le loro condizioni con lo staff sanitario per capire se potranno essere della partita. – ha continuato Romaniello – Ho alternative adatte e perciò non snatureremo il nostro gioco”.
A dirigere la sfida (calcio d’inizio ore 18) sarà il signor Emanuele Mancini di Fermo, assistito da Vincenzo Orlando e Leonardo Meozzi, entrambi di Empoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *