Sospeso in autotutela il concorso per vigili urbani a Vieste


Non gode di buona fortuna il concorso per l’assunzione di nuovi operatori della Polizia locale al Comune di Vieste. L’amministrazione Nobiletti, con delibera di giunta, ha sospeso in autotutela lo scorso 25 marzo la procedura selettiva in corso per 4 nuovi vigili, a seguito di un esposto anonimo inviato anche alla Tenenza della Guardia di Finanza. Già all’atto dell’insediamento da sindaco Nobiletti sospese una procedura uguale per “irregolarità”. “Nella suddetta denuncia – riporta il provvedimento – si fa espresso riferimento al fatto che un candidato, le cui generalità sono state specificamente annotate, assertivamente favorito, sarebbe, al momento, incaricato di un pubblico servizio appaltato dal Comune di Vieste, trovandosi dunque in posizione di oggettivo conflitto con l’Ente stesso e, in particolare, con un componente della Commissione d’esame. Tale condizione, senza essere affatto lesiva dei prescritti requisiti per l’ammissione, e non consentendo quindi, fino a prova contraria, di essere pregnante ai fini segnati, risulta però confermata in atti comunali ed era in effetti non conosciuta perché, a tempo debito, non fatta diversamente rilevare. Ad ogni modo essa è senza dubbio apprezzabile sotto il profilo della mera opportunità”. Ergo, tutto sospeso.
Il concorso è stato bandito nell’ottobre scorso. 84 i partecipanti alla selezione, provenienti da diverse zone della Puglia, e non solo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *